Quantcast
facebook rss

Il Comune finanzia le pensiline per i bus:
in arrivo confort e sicurezza

GROTTAMMARE - Cinquemila euro per la luce sui punti più a rischio lungo la Statale 'Adriatica. C'è l'ok all'allaccio delle strutture alla pubblica illuminazione
...

Un bus della Start

Più comode e, per la prima volta, anche illuminate le pensiline per l’attesa degli autobus. Grazie alla collaborazione con l’azienda di trasporti pubblici locali, la  Start spa, il Comune di Grottammare ha avviato il rinnovamento delle piazzole di fermata lungo un tratto dell’Adriatica. L’accordo prevede un contributo comunale di 5.000 euro che la giunta ha deliberato nelle settimane scorse, con l’obiettivo di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici locali. Un primo sopralluogo per valutare lo stato delle attuali pensiline e stabilire quali sono quelle da rinnovare si è svolto nei giorni scorsi da parte del direttore amministrativo Start spa, Alfredo Fratalocchi, insieme al consigliere delegato alle Manutenzioni Bruno Talamonti. I punti critici sono stati individuati nel tratto di statale immediatamente prima e dopo il ponte del Tesino.

«Abbiamo visto il modello di pensilina dal vivo, nel Comune di Jesi – dichiara Fratalocchi – e al momento siamo in attesa del preventivo tecnico-economico, a seguito del quale, la prossima settimana, ci sarà un nuovo incontro con l’amministrazione comunale per valutare il numero delle sostituzioni in base alle risorse disponibili. Sembra inoltre che la Regione Marche abbia tra i vari piani di investimento l’intenzione di assegnare risorse a questo genere di interventi, se così fosse il numero delle nuova pensiline potrebbe aumentare».

Rendere quegli spazi più appetibili e sicuri è la strada per assecondare l’obiettivo di un progetto di rinnovamento finalizzato al miglioramento del sistema di accesso ai servizi di trasporto pubblico locale. Non a caso la scelta è caduta su pensiline dotate di illuminazione e di sedute: «Lungo la strada la sicurezza è molto importante. Per questo motivo – annuncia il tecnico – le nuove pensiline saranno allacciate alla pubblica illuminazione».
La compartecipazione degli enti è una prassi da percorrere, secondo il direttore della Start dal momento che «la pensilina fa parte dell’arredo urbano e le scelte variano in base ad ogni contesto. In genere sono i Comuni a provvedere in autonomia».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X