facebook rss

Samb, 6 vittorie e 4 pareggi:
continua la serie positiva

SERIE C - Decimo risultato utile consecutivo, i rossoblù scalano la classifica e ora sono al 6° posto. Ecatombe di allenatori nel girone B: saltano De Canio (Ternana, al suo posto Calori), Acori (Rimini) e Bertarelli (Giana Erminio). Martedì trasferta a Pesaro: probabile turnover

Festa rossoblù in curva nord per la vittoria in rimonta sul Teramo (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

E sono dieci. La Samb con la vittoria di ieri continua la sua striscia positiva di risultati composta da sei vittorie e quattro pareggi. Dopo il ko di Vicenza (risultato immeritato se vogliamo dirla tutta) gli uomini di Roselli hanno conquistato 22 punti sui 30 a disposizione. Un cambio di marcia che adesso colloca i rossoblù al sesto posto in classifica con una gara in meno rispetto al Vicenza, ma con lo stesso numero di incontri della Ternana.

A proposito delle “fere”, è stato esonerato Gigi De Canio ed al suo posto ecco  arrivare Alessandro Calori che ha diretto la Samb nelle prime giornate della stagione 2006-2007 per poi essere rilevato da Guido Ugolotti. E’ saltata anche la panchina di Leonardo Acori a Rimini con il nome del nuovo allenatore che verrà ufficializzato domani, mentre alla Giana Erminio il presidente Oreste Bamonte ha richiamato in panchina Cesare Albè dopo il 5-0 rimediato ad Imola e l’allontanamento di Bertarelli.

Stanco dopo il 6° centro stagionale (Foto Cicchini)

Insomma un’ecatombe di allenatori, con Roselli che invece si vive il suo magic moment. La serie positiva della Samb ha la sua firma. E’ riuscito , infatti, a dare un’anima ed un volto ad una squadra che sotto la gestione Magi era in fondo alla classifica e sull’ orlo di una crisi di nervi. Merito che il tecnico ligure condivide con il diesse Pietro Fusco che da ex calciatore e da dirigente esperto è riuscito a toccare le corde di Rapisarda e compagni.

Insomma ci sono state una serie di componenti che hanno determinato il cambio di marcia. Fondamentale è stata anche la compattezza del gruppo che nonostante i numerosi infortuni e le squalifiche si è ritrovato nel momento clou del girone di andata iniziando questa importante marcia.

La gara con il Teramo va in archivio con la consapevolezza che questa Samb è sempre più una formazione tetragona che concede poco o nulla ma che sa anche reagire alle avversità. Prendere gol al 24’ st e ribaltarlo nel finale in quattro minuti è anche sinonimo di forza. Una squadra che, quando inizia ad alzare i ritmi, riesce sempre a spuntarla. Fondamentali sono stati gli innesti di Stanco e Russotto.

L’incontenibile esultanza di Miceli dopo la rete del 2-1 (Foto Cicchini)

Dopo oltre due mesi di inattività il centravanti rossoblù ha messo a segno il gol del pari, sesto sigillo in campionato. Il fantasista ex Catania, invece, con le sue giocate ha fatto cambiare marcia alla Samb, la dimostrazione che quando sta bene fisicamente può in qualsiasi momento spaccare la partita. Senza dimenticare il gran gol di Miceli.

Ora, però, il mirino è puntato sulla trasferta di Pesaro di martedì (fischio d’ inizio alle ore 20,30). Con tutto l’organico a disposizione, Roselli può anche attuare un po’ di turn over anche perché sabato prossimo la Samb riceverà la visita della Giana Erminio. Domani classica seduta di rifinitura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X