facebook rss

E’ pedopornografia scattare foto
a bambini nudi in spiaggia

SAN BENEDETTO - La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza emessa dai giudici della Corte di Appello di Ancona che avevano condannato un uomo a 3 mesi di reclusione per gli scatti fatti sul litorale sambenedettese

E’ reato scattare foto a bambini nudi in spiaggia. La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a 3 mesi e 10 giorni per pedopornografia (oltre ad una multa di 2.000 euro) a un uomo che aveva scattato, sulla spiaggia libera di San Benedetto, foto che ritraevano bambini nudi sulla riva, conservate poi nella memoria del cellulare.

La difesa, che aveva presentato ricorso a giudici romani, aveva invece contestato il “carattere pedopornografico delle fotografie” che ritraevano i bambini “nudi o seminudi sulla spiaggia in posizioni del tutto spontanee”. Di diverso avviso i giudici della Suprema Corte che hanno rilevato come sia “pacifico che l’imputato abbia realizzato delle fotografie ritraenti quattro bambini nudi che si trovavano in spiaggia, uno dei quali stava facendo pipì in un punto più isolato della battigia, tanto che la baby sitter di una delle minori si era accorta che l’imputato stava, appunto, fotografando la bambina con un telefono cellulare”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X