facebook rss

La Samb si arrende (3-2) al Monza al 96′
oltre i cinque minuti
di recupero assegnati

SERIE C - Trasferta amara. Calderini (rigore) e Stanco replicano a Brighenti e Marchi. Poi il missile di Anastasio che regala i tre punti ai brianzoli. In tribuna Fabio Capello accanto a Galliani, e anche Bobo Vieri che si becca i cori dei tifosi rossoblù dopo un improvvido commento si Instagram

Stanco ha segnato il gol che sembrava quello del definitivo 2-2. Per il bomber rossoblù è il sesto centro stagionale (Foto Cicchini)

di Benedetto Marinangeli

Sfuma al 96° (ma i minuti di recupero assegnati dall’arbitro Marini di Trieste erano cinque) il sogno della Samb di tornare dal “Brianteo” di Monza con un punto. Il missile di Anastasio dai 25 metri che non dà scampo a Pegorin non cancella, però, l’ottima prestazione dei rossoblù. Una Samb che ha lottato alla pari con i brianzoli, una vera e propria corazzata dopo i sedici acquisti effettuati nel mercato di gennaio, non meritando assolutamente di uscire sconfitta dal terreno di gioco. Solo un episodio poteva decidere la partita ed è stato Anastasio al sesto di recupero a trovarlo.

Per la gioia di Adriano Galliani seduto in tribuna a fianco di Fabio Capello, che nel corso della gara interloquiva spesso a livello tattico con l’ex ad del Milan. Tra i presenti anche Bobo Vieri ad vedere il suo amicone Cristian Brocchi che al termine del primo tempo sul suo profilo Instagram aveva commentato così  i primi quarantacinque minuti. “Monza-Sambenedettese, questo arbitro è una vergogna”. E ad inizio ripresa, per il Bobo nazionale sono arrivati i cori di scherno dei centocinquanta tifosi rossoblù presenti al “Brianteo” che hanno incitato fino alla fine Stanco e compagni. Una gara che se si va a confrontare i due organici non avrebbe dovuto avere storia con un Monza nettamente superiore per qualità tecnica. Ma il cuore rossoblù è stato ancora una volta superlativo.

Cecchini ce l’ha fatta ed ha giocato

LA PARTITA – Senza Miceli e Rapisarda, Roselli recupera in extremis Cecchini, con Celjak sull’ out destro. Ilari viene preferito a Rocchi, Signori agisce davanti alla difesa con a fianco anche Gelonese. Calderini e Stanco in attacco. Brocchi presenta la sua squadra con il 4-3-1-2, con Chiricò dietro le punte Marchi e Brighenti  ben controllati però da Zaffagnini, Biondi e Fissore. Dopo una prima fase di studio, al 15’ pt sono i brianzoli a passare in vantaggio. Chiricò si porta a spasso mezza difesa della Samb e calibra un preciso pallone sul secondo palo per Brighenti che salta più in alto di tutti e batte Pegorin.

Non passa neppure un minuto e la Samb perviene al pareggio. Calderini viene messo giù in area da Lepore e per Marini di Trieste è calcio di rigore. Dal dischetto, il numero dieci rossoblù pareggia, realizzando il suo quarto centro in campionato (tre su rigore). Il Monza ha il pallino del gioco con Stanco e compagni che non soffrono più del dovuto le iniziative dei padroni di casa che provano dalla lunga distanza ma senza esito. In contropiede, poi, la Samb prova a colpire. Al 43’ l’arbitro non rileva una spinta in area su Gelonese ed un minuto dopo è il Monza che chiede vanamente il penalty per una conclusione di Chiricò rimpallata con la schiena da Biondi.

Di Massimo, suo l’assist del 2-2 di Stanco

Ad inizio ripresa i brianzoli passano in vantaggio. Al 7’ gran botta dalla distanza di Fossati che Pegorin respinge centralmente. Sul pallone si avventa come un falco Marchi che capitalizza il comodo tapin. Roselli corre ai ripari inserendo Russotto per Ilari, con la Samb che passa al 3-4-3. Brocchi dall’ altra parte sostituisce Chiricò inserendo Ceccarelli, non mutando, però, l’atteggiamento tattico della sua squadra. Si fa male Zaffagnini ed al suo posto ecco Rocchi che si posiziona sull’ out destro con Celjak che arretra sulla linea dei centrali di difesa. Scocca anche l’ora di Di Massimo. E’ proprio il neo entrato al posto di Calderini al 27’ a fornire un grandissimo assist di tacco a Stanco che protegge il pallone e con un gran sinistro batte l’ex Ascoli Guarna per il 2-2.

Un pareggio meritato. Ed allora ecco che Brocchi punta sul banco tutti i suoi assi. Prima Reginaldo per Brighenti e poi al 41’ Lepore e Lora rispettivamente per Bearzotti e Marchi. Al 44’ ci prova Russotto con un inserimento dalla sinistra con Guarna che in due tempi fa suo il pallone. Cinque minuti di recupero concessi da Marini di Trieste con il Monza che , seppur con il fiato corto, cerca il forcing finale ma i rossoblù reggono l’urto. Ed al 51′ ecco il missile di Anastasio che regala il successo ai padroni di casa. Una sconfitta che lascia tanto amaro in bocca ma, che allo stesso tempo conferma tutte le potenzialità tecniche e soprattutto morali di una Samb che nelle difficoltà e quando il gioco si fa duro, non si tira mai indietro. E sabato prossimo ecco il Ravenna al Riviera. Un vero e proprio scontro diretto in prospettiva playoff.

Mister Roselli

MONZA (4-3-1-2): Guarna 6; Lepore 6 (42′st Bearzotti sv), Marconi 6, Scaglia 6, Anastasio 7; Armellino 6, Fossati 6,5, D’Errico 6,5; Chiricò  6,5 (17′st Ceccarelli 6); Brighenti  6,5 (31′st Reginaldo sv ), Marchi 6,5 (42′Lora sv). A disposizione: Sommariva, Galli, De Santis, Tomaselli, Negro, Di Paola, Otele, Marchesi. Allenatore: Brocchi 6,5.

SAMB (3-5-2): Pegorin 5,5; Zaffagnini 6,5 (20’st Rocchi 6) Biondi 6 Fissore 6 ; Celjak 6 Ilari 6 (13’st Russotto 6,5) Signori 6,5 Gelonese 6,5, Cecchini 6,5; Stanco 7 Calderini 7 (25’st Di Massimo 6,5). A disposizione: Rinaldi, Sala, Bove, Brunetti, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli, Caccetta. Allenatore: Roselli 6,5.

Arbitro: Marini di Trieste 5 (assistenti Moro e Zampese).

Reti: 15’pt Brighenti (M), 16’pt Calderini su rigore (S), 7’st Marchi (M), 27’st Stanco (S), 51’st Anastasio (M).

Note: spettatori 1.500 circa di cui 150 provenienti da San Benedetto. Ammoniti Celjak (S), Fissore (S), Armellino (M), Chiricò (M), Anastasio (M). Angoli 6-4 per il Monza. Recupero 0’+6′.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X