facebook rss

Lecce-Ascoli, si attende
la data del recupero
Beretta è andato a visitare Scavone

SERIE B - Subito in campo il portiere Milinkovic-Savic, con Lanni e Bacci in panchina. Quando si giocherà in Puglia, Vivarini avrà Laverone, Troiano e si spera anche Ardemagni, oltre ai nuovi che nel frattempo si saranno integrati meglio. Restano 7 partite in casa e 8 fuori. Ora la sosta.

Scavone e Beretta all’ospedale di Lecce

di Bruno Ferretti

Passerà alla storia dei campionati di tutto il mondo come “la partita più breve di tutti i tempi”. Appena 4 secondi, infatti, é durata Lecce-Ascoli, anticipo in notturna della terza di ritorno. L’involontario scontro aereo con il bianconero Beretta e la conseguente caduta hanno fatto perdere i sensi a Scavone, centrocampista giallorosso che ha battuto violentemente la testa. Paura, spavento e partita sospesa dall’arbitro Baroni di Firenze che, sentite le due società, ha telefonato a Balata, presidente della Lega B per chiedere consiglio sul da farsi . E si è deciso di sospendere la partita appena cominciata a data da destinarsi. Trasportato in ambulanza in ospedale, Scavone si è ripreso, ha superato tutti gli accertamenti clinici ma è stato precauzionalmente ricoverato per 24 ore. Questa mattina Scavone ha ricevuto in ospedale la visita dell’attaccante bianconero Beretta, involontario autore dello scontro, che ha voluto salutarlo prima di ripartire con la squadra in pullman per Ascoli. Si attende ora dalla Lega la data del recupero, che quasi certamente sarà dopo la sosta. Lunghissimo viaggio a vuoto, dunque, per l’Ascoli e i suoi 74 tifosi al seguito.

Pur senza toccare palla, a Lecce ha esordito il nuovo portiere Milinkovic-Savic subito schierato da Vivarini con Lanni e Bacci (e pure Scevola) in panchina. Nel recupero, l’Ascoli avrà anche il centravanti Ardemagni, il terzino Laverone che avrà scontato la squalifica, Troiano che sarà guarito. Nel frattempo i nuovi Ciciretti e Milinkovic-Savic (ma anche gli altri neo bianconeri) avranno migliorato l’intesa con i compagni. Vero è che l’Ascoli è atteso ora da un calendario difficile. Dopo il riposo nel prossimo turno, ospiterà la Salernitana che ha rinforzato l’attacco con Calaiò e Ceravolo, poi trasferta insidiosa a Cremona, quindi il Foggia al “Del Duca” e trasferta a Carpi. All’Ascoli restano 7 partite in casa e 8 fuori, dove dovrà migliorare il proprio rendimento. Martedì ripresa degli allenamenti al “Picchio Village”.

L’arbitro Baroni al telefono con il presidente della Lega B nei momenti concitati della serata


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X