facebook rss

Tartufi e ricci di mare senza tracciabilità:
sull’asse Italia-Croazia:
sequestro e multe per 6.500 euro

SAN BENEDETTO - L'operazione a livello regionale nei confronti del commercio di prodotti ittici, ha visto impegnati militari della Guardia Costiera di San Benedetto insieme ai colleghi di Porto San Giorgio e Ancona, e la Polizia Autostradale di Porto San Giorgio

 

I prodotti ittici sequestrati dalla Guardia Costiera

Personale della Guardia Costiera della Capitaneria di Porto di San Benedetto, insieme ai colleghi di Porto San Giorgio e Ancona, e alla Polizia Autostradale di Porto San Giorgio, hanno chiuso un’operazione mirata alla vigilanza del trasporto e della commercializzazione transfrontaliera di prodotti ittici. Nel mirino, stavolta, il traffico internazionale di prodotti ittici di particolare pregio fra Croazia e Italia. I controlli hanno portato all’ispezione di un veicolo isotermico con a bordo frutti di mare (tartufi e ricci di mare) privi di qualsiasi documento che ne attestasse provenienza, tracciabilità e conseguente sicurezza per il consumo umano.

La violazione ha portato a una sanzione amministrativa di 1.500 euro e al sequestro di 120 kg di tartufi di mare e 1.680 ricci di mare. Sono in corso ulteriori verifiche, con il supporto del Servizio veterinario dell’Asur di Porto San Giorgio (Fermo), per verificare l’idoneità al consumo umano. Inoltre sono individuate una serie di violazioni del codice della strada per altri 5.000 euro, il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi con sospensione della carta di circolazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X