facebook rss

I vandali della notte tornano allo stadio,
«Basta, chiediamo la videosorveglianza»

OFFIDA - Scassinato di nuovo il distributore del "Piccioni". Giovanni Stracci, presidente dell'Offida Calcio: «All'Amministrazione comunale chiediamo di installare le telecamere, gli impianti sportivi sono frequentati da tanta gente e questa soluzione ci sembra un ottimo deterrente»

Il distributore scassinato

di Simone Corradetti

A Offida, dopo una serie di furti che avevano interessato le zone di Borgo Cappuccini e La Madonnetta (nel mirino dei ladri appartamenti e auto in sosta), a finire di nuovo nel mirino è stato il distributore automatico di bevande e snack allo stadio comunale “Alessio Piccioni” situato in via Martiri della Resistenza.

Giovanni Stracci

«Negli ultimi quattro anni – dice Giovanni Stracci, presidente dell’Offida Calcio che gestisce l’impianto – il distributore automatico è stato preso d’assalto ben sette volte. In passato abbiamo anche presentato delle denunce alla locale Stazione dei Carabinieri. Soltanto in una occasione siamo stati chiamati a testimoniare in Tribunale dopo che vennero individuati i responsabili, delle persone di etnia Rom. Purtroppo – aggiunge sconsolato Stracci – queste persone quasi sempre fanno perdere le loro tracce e, al momento del giudizio, non si trovano più. L’unica cosa che chiediamo all’Amministrazione comunale è l’installazione della videosorveglianza. Del resto – conclude il presidente – stiamo parlando di impianti sportivi, cioè luoghi frequentati da tanta gente di ogni eta, e questo ci sembra un ottimo deterrente per prevenire questi reati. Ora non ci resta che sperare che queste persone ci permettano di ritrovare la cassetta del rendi-resto, almeno per scongiurare ulteriori spese di riparazione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X