facebook rss

Ascoli, la squalifica di Laverone:
si attende il giudice sportivo

SERIE B - Se la partita sarà considerata annullata, il terzino non potrà giocare la prossima contro la Salernitana. Se invece sarà considerata "interrotta" potrà giocare contro i campani, ma dovrà disertare il recupero a marzo in Puglia
...

È un caso più unico che raro. Nell’anticipo di venerdì scorso a Lecce, Laverone non ha giocato poichè squalifica. La partita, come noto, è durata pochissimi secondi poi è stata sospesa dall’arbitro Baroni di Firenze in seguito all’incidente di Scavone, tra l’altro già dimesso dall’ospedale dopo una serie di accertamenti clinici, tuttoi per fortuna rassicuranti sulle sue condizioni.

Anche i tifosi dell’Ascoli gli hanno espresso solidarietà, ma i supporter del Picchio (74 quelli presenti allo stadio Via del Mare nonostante lo sciopero annunciato dagli Ultras 1898 in seguito ai Daspo che hanno raggiunto alcuni di loro dopo i controlli effettuati in occasione di Palermo-Ascoli) ora si chiedono se la squalifica di Laverone può essere considerata scontata oppure no.

Per avere la certezza, bisognerà attendere mercoledì il verdetto del giudice sportivo Battaglia che opera esclusivamente sulla scorta del referto arbitrale. Se Lecce-Ascoli sarà considerata annullata, Laverone dovrà scontare la squalifica nella prossima partita in casa con la Salernitana. Se invece sarà considerata interrotta, potrà giocare contro i campani al “Del Duca (sabato 16 febbraio alle ore 18) ma dopo salterà il recupero a Lecce. Recupero che probabilmente slitterà a marzo in occasione della sosta del campionato per l’impegno delle Nazionali.

Il terzino bianconero Laverone


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X