facebook rss

Palermo, nuova cilecca
e il Brescia è primo da solo

SERIE B - L'ex capolista non va oltre il risultato in bianco con il Foggia. E la squadra di Corini ringrazia e, per la prima volta, guarda tutti dall'alto verso il basso grazie soprattutto ai gol del capocannoniere Donnarumma: 19 centri in 18 partite

di Andrea Ferretti

La terza giornata di ritorno del campionato di B fa registrare un risultato a sorpresa che la dirà lunga sul prosieguo del campionato. Una sorpresa soprattutto per chi ha sottovalutato il valore del Brescia, senza dubbio la squadra migliore della cadetteria che si è portata, per la prima volta, al comando della classifica approfittando di un altro passo falso del Palermo bloccato in casa sul nulla di fatto dal Foggia. La squadra di Stellone ha sfruttato zero il fatto di giocare conoscendo il risultato di tutte le avversarie. In particolare quello del Brescia che, se non incapperà in grosse flessioni, appare destinato a filare diritto verso la Serie A diretta. Lo o-o della “Favorita” è credibile, ma ha invece dell’incredibile l’1-5 dell’Adriatico dove Donnarumma ne ha segnati due portando a 19 il bottino personale e confermandosi in testa alla classifica dei marcatori con una media impressionante di oltre un gol a partita (18 le sue presenze). A Pescara il gol della bandiera è stato dell’ex bianconero Monachello quando ormai il risultato era scritto con le reti di Donnarumma (una su rigore), Bisoli e Torregrossa pure lui dal dischetto. Lo stesso Torregrossa nel recupero ha messo a segno il quinto gol. Un punto ciascuno, invece, nello scontro diretto tra Crotone (Nwankwo) e Livorno (autogol di Spolli), mentre il Benevento sale ancora dpopo il tris calato al Venezia e firmato da Insigne (2) e Coda su rigore. Il terzo turno di andata si è aperto con la partita più breve di tutti i tempi: i quattro secondi di Lecce-Ascoli e l’infortunio di Scavone che si è ripreso e sta decisamente meglio. Completano il quadro le vittorie all’inglese del Cosenza sul Cittadella (Sciaudone e Tutino) e dello Spezia sulla Cremonese (doppietta di Bartolomei), e i pareggi della Salernitana a Padova (senza gol) e del Verona (Ryder Matos) a Carpi (Di Noia).

Corini, allenatore della capolista. nella sala stampa del “Del Duca” dopo Ascoli-Brescia

TERZA GIORNATA DI RITORNO: Lecce-Ascoli sospesa al 1’pt e rinviata a data da destinarsi, Cosenza-Cittadella 2-0, Carpi-Verona 1-1, Padova-Salernitana 0-0, Spezia-Cremonese 2-0, Crotone-Livorno 1-1, Benevento-Venezia 3-0, Pescara-Brescia 1-5, Palermo-Foggia 0-0. Ha riposato il Perugia.

CLASSIFICA: Brescia 39 punti, Palermo 38, Lecce e Pescara 34, Benevento 33, Verona 32, Spezia 31, Cittadella 30, Perugia 29, Salernitana 28, Cremonese 26, Ascoli e Venezia 25, Cosenza 24, Foggia 19, Carpi e Crotone 18, Livorno 17, Padova 16.

MARCATORI

19 gol Donnarumma (Brescia)

12 gol Mancuso (Pescara)

10 gol Coda (Benevento)

9 gol Torregrossa (Brescia)

8 gol Pazzini (Verona)

7 gol Mancosu e Palombi (Lecce), Vido e Verre (Perugia)

6 gol La Mantia (Lecce), Nestorovski (Palermo), Diamanti (Livorno), Di Mariano (Venezia), Okereke (Spezia), Tutino (Cosenza)

5 gol Bocalon (Salernitana), Bartolomei (Spezia), Bonazzoli (Padova), Insigne (Benevento), Schenetti e Finotto (Cittadella). Kwankwo (Crotone)

4 gol Ardemagni e Brosco (Ascoli), Casasola (Salernitana), Di Carmine (Verona), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Iemmello e Mazzeo (Foggia), Bisoli e Morosini (Brescia), Monachello (Pescara), M. Ricci e Pierini (Spezia), Strizzolo (Cittadella), Kragl (Foggia), Trajkovski (Palermo), Firenze (Crotone)

3 gol Cavion (Ascoli), Bandinelli (Benevento), Bidaoui (Spezia), Capello e Cappelletti (Padova), Citro (Venezia); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana), Budimir (Crotone), Jelenic (Carpi), Iori (Cittadella), Gerbo (Foggia), Maniero (Cosenza), Melchiorri (Perugia), Brugman (Pescara), Piccolo e Mogos (Cremonese), Mokulu (Carpi); Falletti, Moreo e Puscas (Palermo), Ryder Matos (Verona)

2 gol Asencio, Improta e F. Ricci (Benevento); Sciaudone, Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ganz e Ninkovic (Ascoli); Mbakogu, Clemenza, Mazzocco, Cappelletti e Ravanelli (Padova); Loiacono, Tonucci, Deli, Galano, Camporese e Cicerelli (Foggia), Caracciolo (Verona); Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Segre e Bentivoglio (Venezia); Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana), Scavone e Tabanelli (Lecce), Raicevic (Livorno); Galabinov, Gyasi e Crimi (Spezia); Tupta, Henderson e Zaccagni (Verona), Kouan (Perugia), Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Rohden (Crotone), Tonali e Tremolada (Brescia)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X