facebook rss

Arriva “Prg online”:
Piano Regolatore a portata di clic

SAN BENEDETTO - Presentato in Comune il “Silver Browser”, potente strumento informatico che integra il lavoro del Servizio Pianificazione Urbanistica per digitalizzare il Piano Regolatore. Presenti il sindaco Piunti, il dirigente Polidori e il direttore del servizio pianificazione urbanistica Tiburtini

La presentazione di “PRG online” al Comune di San Benedetto

di Martina Fabiani

 È stato presentato oggi al Comune di San Benedetto il “Silver Browser”, un potente strumento informatico che rientra e va ad integrare il lungo lavoro portato avanti dal Servizio pianificazione urbanistica per digitalizzare il Piano Regolatore Generale. Sono intervenuti il primo cittadino Pasqualino Piunti, Germano Polidori, dirigente del settore gestione del territorio e Gionni Tiburtini, direttore del servizio pianificazione urbanistica.

La conoscenza del territorio deve essere alla base di ogni scelta di pianificazione territoriale e di programmazione socio-economica, ma ormai affinché questo accada non si può prescindere dal digitale. Infatti oggi tale conoscenza si concretizza con un sistema di archivi geografici integrati (sistema informativo territoriale-S.I.T.) e con l’utilizzo di strumenti informatici per la lettura, l’analisi e l’elaborazione dei dati che vi sono contenuti (Geographic Information Sistem-G.I.S.). Il “Silver Browser” utilizza proprio la tecnologia GIS, di libero accesso; si tratta di un sistema che associa un elemento grafico ad una banca dati e che risulta utile per leggere diverse informazioni stratificate e multi-settoriali (base aereofotogrammetrica, base catastale, zonizzazione di Piano Regolatore Generale, sistema dei vincoli, codici edifici). Ogni banca dati può poi essere implementata e aggiornata. «Questa iniziativa ci mette in linea con i comuni più importanti – ha dichiarato il sindaco – e ci tengo a sottolineare come ne benefici sia il singolo cittadino che il personale amministrativo».

Dentro il programma “Silver Browser”

In sostanza il programma prevede due versioni, entrambe gestite dalla Esri, leader mondiale di tecnologie GIS: la prima, disponibile a tutta l’utenza, consente di ricevere per ogni zona della città indicazioni testuali e grafiche, come quelle sopraelencate. Nella versione accessibile solo al personale dell’Ente preposto, invece, il sistema consente di avere accesso a una serie di informazioni unendo i dati del piano regolatore, quelli del catasto con quelli anagrafici e, in un futuro prossimo, anche con quelli tributari e relativi alle utenze. Così facendo il Comune potrà individuare possibili sacche di evasione tributaria. È bene precisare che il Piano regolatore Generale vigente (quello del 1985 e approvato nel 1990) è stato digitalizzato tramite rasterizzazione della base cartacea, quindi gli elaborati ufficiali di riferimento rimangono quelli allegati alle Deliberazioni di Giunta Regionale N. 7244/1989 e N. 8369/1990 di approvazione definitiva dello strumento di pianificazione generale. «L’informatizzazione del PRG ha comportato anche alcune verifiche relative alle varianti del Piano Regolatore – ha affermato Tiburtini – a ciò abbiamo poi aggiunto tutto il sistema vincolistico e un altro livello: il “codice edificio”».

I cittadini possono accedere al “PRG ONLINE” tramite il sito del Comune di San Benedetto del Tronto. Il link è disponibile sotto all’area tematica “Urbanistica”. La cartografia che ci si trova di fronte nel momento in cui si apre il link è stata collaudata nel 2007 a seguito di un volo aereo pagato dal Comune di San Benedetto. Non ci sono, dunque, gli aggiornamenti sistematici di Google Maps. Nella voce “legenda” si può, ad esempio, giocare sulla trasparenza, eliminando il layer principale e mantenendo solo l’ortofoto. Nel menu a tendina (che si apre tramite il simbolo +) vi sono poi tutti gli strati che compongono il menù principale: si può scegliere di spegnere, ad esempio, la cartografia, e mantenere tutto il resto. «È uno strumento estremamente potente, ad ogni edificio che ha già un codice si può collegare una serie di banche dati» ha aggiunto Tiburtini.

«Non abbiamo inserito un nuovo Piano Regolatore nel programma elettorale poiché è stato spesso promesso e mai realizzato. Stiamo andando verso una armonizzazione del territorio e una riqualificazione delle zone degradate» ha concluso Piunti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X