facebook rss

Sae, nessuna ditta segnalata
per mafia dalle Prefetture

ASCOLI - Il capo della Protezione Civile Regionale David Piccinini: «Su circa 1.300 istanze di subappalto solo un'azienda ha dichiarato di essere in regola sotto il profilo contributivo pur non essendolo. Faceva parte di una Ati (Associazione temporanea d’imprese), diversa dalla mandataria subappaltatrice di Arcale. L’importo delle attività svolte da questa ditta sarà oggetto di contenzioso e ci riserviamo di costituirci in un eventuale procedimento penale»

Subappalti nelle casette del sisma (Sae), nessuna ditta ha “problemi” di mafia.

Le casette di Montegallo

«Si sono conclusi tutti i controlli antimafia e nessuna ditta soggetta a verifica dalla legge è stata segnalata dalle Prefetture», spiega il capo della Protezione Civile regionale David Piccinini dopo la delibera Anac (autorità nazionale anticorruzione) sugli esiti degli accertamenti per fornitura, trasporto e montaggio delle Sae. «Su circa 1.300 istanze di subappalto -continua Piccinini- solo una ditta ha dichiarato di essere in regola sotto il profilo contributivo pur non essendolo. Questa azienda faceva parte di una Ati (Associazione temporanea d’imprese), diversa dalla mandataria subappaltatrice di Arcale. L’importo delle attività svolte da questa ditta sarà oggetto di contenzioso e ci riserviamo di costituirci in un eventuale procedimento penale».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X