facebook rss

Un monumento sul palco del Ventidio
Leo Gullotta e la novella di Pirandello

ASCOLI - Il grande attore e doppiatore sarà in scena nel Massimo cittadino il 9 e 10 febbraio con "Pensaci, Giacomino!", commedia tratta dal racconto dello scrittore siciliano. Un appuntamento molto atteso vista la caratura del personaggio, uno degli ultimi monumenti della cultura nazionale tra cinema, teatro, tv e radio

di Luca Capponi 

Leo Gullotta può tranquillamente essere considerato uno dei monumenti della cultura nazionale. Cinema, teatro, tv, radio, sul palco o in sala di registrazione come doppiatore, protagonista di spot, videoclip, è l’attore italiano che ha vinto il maggior numero di volte il David di Donatello come miglior attore non protagonista (insieme a Giuseppe Battiston). A scorrere il suo curriculum vengono i brividi, tanti i capolavori a cui ha partecipato (ne citiamo uno, il Premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso“), le voci che ha prestato (qui ne citiamo due: a Joe Pesci in “C’era una volta in America” e a Burt Young in “Rocky”), le imitazioni che ha fatto, i mostri sacri con cui ha lavorato in sessant’anni di carriera.

Leo Gullotta

Per molti appassionati, quindi, l’appuntamento del 9 e 10 febbraio al teatro Ventidio Basso risulta imperdibile. Per la presenza di Gullotta nelle vesti di protagonista ma anche per la firma che porta “Pensaci, Giacomino!”. Che è quella del grande Luigi Pirandello, la cui novella fu portata per la prima volta in scena quasi un secolo fa, nel 1917. Finì pure sul grande schermo, una ventina d’anni dopo, nel film di Gennaro Righelli.
La sinossi è dunque arcinota, col vecchio professor Toti che va incontro a malignità, maldicenze e bigottismo pur di aiutare uno dei suoi alunni più brillanti, il quale ha messo incinta la sua giovane fidanzata. Con Gullotta, diretti da Fabio Grossi, anche Liborio Natoli, Rita Abela, Federica Bern, Valentina Gristina, Gaia Lo Vecchio, Francesco Maccarinelli, Valerio Santi e Sergio Mascherpa, per quella che è una produzione Teatro Stabile di Catania e Compagnia Enfi Teatro. Scene e costumi di Angela Gallaro Goracci, musiche di Germano Mazzocchetti, luci di Umile Vainieri.
Lo spettacolo di sabato 9 febbraio inizierà alle 20,30, quello di domenica 10 febbraio alle 17,30. Info biglietti al tel. 0736.298770. La recita è inserita nella stagione di prosa curata da Comune e Amat.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X