facebook rss

Concorsi di progettazione,
un corso per creare
nuove figure professionali

GROTTAMMARE - Organizzata dall'Ordine degli architetti della provincia di Ascoli, si è svolta all'Ospitale del Paese Alto la prima delle tre giornate dedicate a "Il coordinatore dei concorsi". Prossimi appuntamenti il 15 febbraio alla Mapei di Civitanova e il 23 di nuovo in riva all'Adriatico

L’intervento di Dario Nanni, presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Ascoli

Si è svolta a Grottammare, nella sala convegni de l’Ospitale del Paese Alto – organizzata dall’Ordine degli architetti della provincia di Ascoli – la prima delle tre giornate dedicate a “Il coordinatore dei concorsi”. Il secondo appuntamento è in programma venerdì 15 febbraio alla Mapei di Civitanova, il terzo di nuovo a Grottammare sabato 23 febbraio. Si tratta di un corso di formazione, promosso dal Consiglio nazionale degli architetti, a cui hanno aderito anche gli Ordini delle province di Fermo, Ancona e Pesaro Urbino.

Scopo del corso è esortare e aiutare gli enti pubblici a utilizzare la modalità del concorso come forma di affidamento degli incarichi di progettazione. Inoltre il corso è finalizzato alla creazione di figure professionali in grado di affiancare gli enti pubblici nella scelta del tipo di concorso in funzione dell’oggetto delle opere da realizzare e delle richieste dell’ente banditore; nella predisposizione della documentazione, redazione del disciplinare e pubblicazione; nella conduzione della segreteria del concorso, organizzazione del sopralluogo e del colloquio; nella gestione delle domande e delle risposte; nella esecuzione dell’esame preliminare; nella organizzazione dei lavori della giuria, scelta del vincitore e pubblicazione del risultato.

Su questi temi, a Grottammare sono intervenuti Rino La Mendola vice presidente del Consiglio nazionale degli architetti paesaggisti e conservatori, Piergiorgio Giannelli presidente dell’Ordine degli architetti della provincia di Bologna, Fabio Viviani vice presidente dell’Ordine della provincia di Ascoli che ha descritto l’esperienza fatta con il concorso nazionale di idee “Dare un futuro alla memoria urbana di Pescara del Tronto” e fatto il punto sulla situazione dei concorsi nelle Marche.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X