facebook rss

Piunti perde i pezzi:
Chiodi esce dalla maggioranza 

SAN BENEDETTO - Martedì mattina il consigliere protocollerà le dimissioni da capogruppo e presidente della Commissione commercio. Finirà nel gruppo misto insieme a Curzi, Falco e Gabrielli. Per il sindaco Piunti, a cui sono rimasti 13 consiglieri, il cammino si fa in salita tra malumori e mal di pancia

Carmine Chiodi

Se lo aspettavano in molti e lui alla fine ha perso la pazienza. I suoi amici di “San Benedetto Protagonista”, di cui è il capolista, lo hanno fatto trapelare oggi alle prime ore del pomeriggio. Carmine Chiodi, capogruppo e presidente della Commissione commercio, lascerà la maggioranza di Piunti per convogliare nel gruppo misto con Marco Curzi, Rosaria Falco e Bruno Gabrielli: impensabile un suo arruolamento nelle fila del Pd o nel gruppo di Giorgio De Vecchis.

Il sindaco Pasqualino Piunti (foto Vagnoni)

I bene informati raccontano di un Chiodi esasperato dalle continue mancanze di riguardo e stima del sindaco nei confronti delle sue idee, e sempre più alle prese con imbarazzi di palazzo per le pensate in fatto di eventi natalizi ma non solo. Non si ritrova più in una maggioranza che non condivide quelle che sono le sue proposte: inoltre, sembra abbia confidato durante uno sfogo, si lamenta di essere regolarmente messo all’angolo quando vengono portate avanti iniziative, ad esempio, come quelle pensate per in Natale in fatto di luminarie e pista di ghiaccio.
Ragionamenti più profondi dal punto di vista politico, hanno portato l’alfiere dell’unità della maggioranza a sbottare fino a lasciarla. Maggioranza che rimane risicata a 13 consiglieri e si muove ormai sul filo di lana. Se poi anche Gianni Balloni di Fratelli d’Italia si sfilerà, come più volte ha minacciato, in caso di mancato rimpasto, allora davvero il cammino che resta a Piunti sarà in dura salita.

M.O. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X