facebook rss

Unione delle Province:
Pettinari rieletto presidente,
nel direttivo anche la Morganti

MACERATA - Rinnovato l'Upi Marche. Nel direttivo, oltre al presidente Sergio Fabiani è stata eletta Maria Rita Morganti. Luigi Capriotti farà parte dei revisori dei conti. Roberto De Angelis delegato all'assemblea nazionale di Roma

I presidenti Sergio Fabiani (Ascoli), Giuseppe Paolini (Pesaro Urbino), Moira Canigola (Fermo), Antonio Pettinari (Macerata) e Luigi Cerioni (Ancona)

Alla guida dell’Unione delle Province italiane delle Marche riconfermato all’unanimità Antonio Pettinari come presidente. Oggi si è svolta l’assemblea generale nella sede della Provincia di Macerata. Lo scopo erano il rinnovo dei componenti e la scelta dei delegati che parteciperanno al congresso dell’Unione delle Province d’Italia che si terrà a Roma martedì 12 febbraio. Il presidente Pettinari ha fatto il punto dell’attività svolta nel corso del suo mandato. Sono emerse tutte le criticità degli ultimi anni, non solo a causa della Legge Del Rio ma anche quelle create prima dal Governo Monti. Tra le necessità quella di ridare dignità istituzionale alla Provincia che con la sua storia secolare, rappresenta uno degli organi istituzionali più importanti. Tante le difficoltà incontrate durante il suo mandato dove i Governi che si sono succeduti hanno cercato di smantellare un modello organizzativo senza prefigurare un’alternativa attuabile sul piano pratico ed operativo impedendo l’operatività nella gestione dei principali servizi a causa dei pesantissimi tagli delle risorse.

Antonio Pettinari

Nelle sedi di confronto sono stati salvaguardati tutti i posti di lavoro del personale che doveva essere trasferito con il passaggio delle funzioni. «C’è però fiducia per il futuro – dice Pettinari – esistono infatti possibilità di tornare all’elezione diretta del presidente della Provincia, della Giunta e del Consiglio provinciale». Pettinari ha ipotizzato la formazione di un tavolo comune con la Regione, l’Anci e le Università per fornire proposte per il riordino delle istituzioni nazionali, al fine di dare un contributo anche come Upi regionale al lavoro del tavolo nazionale per la riforma delle Province. Pettinari ha poi informato l’assemblea della presentazione di una lista unitaria condivisa per l’elezione dei nuovi organi sottolineandone l’importanza ai fini di una maggiore efficacia e autorevolezza di tutte le attività e iniziative dell’Upi.

Nel Consiglio direttivo, oltre a Pettinari e agli altri presidenti delle Province Luigi Cerioni (Ancona), Sergio Fabiani (Ascoli), Moira Canigola (Fermo), Giuseppe Paolini (Pesaro Urbino), che sono componenti di diritto, sono stati eletti i consiglieri provinciali Francesca Mandolesi (Fermo) Paolo Micozzi (Macerata), Maria Rita Morganti (Ascoli), Lorenzo Rabini (Ancona) e Enrico Rossi (Pesaro Urbino).

Eletti nel collegio dei revisori dei conti, i consiglieri Rossella Ruani (Macerata), in qualità di presidente, Marco Giampaoletti (Ancona) e Luigi Capriotti (Ascoli) come componenti effettivi; Antonello Cossiri (Fermo) e Chiara Panicali (Pesaro Urbino) come componenti supplenti. Sono stati poi eletti come delegati all’assemblea dell’Upi Nazionale: Roberto De Angelis (Ascoli), Gastone Gismondi (Fermo), Omar Lavanna (Pesaro Urbino), Paolo Renna (Macerata) Andrea Storoni (Ancona). Subito dopo l’elezione dei nuovi organi si è riunito il consiglio direttivo che ha rieletto all’unanimità Antonio Pettinari presidente dell’Upi Marche. I vice presidenti sono Moira Canigola e Luigi Cerioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X