facebook rss

Grande festa per i 100 anni
di “Delina” Cappella

MONTEPRANDONE - Festeggiata la nonnina del paese, nata e sempre vissuta in contrada Isola. Si sposò nel 1943 in piena Guerra andando in chiesa bici con il marito Ascenzo Marinelli. Per tanti anni ha venduto i frutti della sua terra al mercato settimanale di San Benedetto. Ha due figli, cinque nipoti e cinque pronipoti.- L'omaggio del sindaco Stracci

Grande festa a Monteprandone in onore di Dea Cappella, conosciuta da tutti come Delina” che ha tagliato il traguardo dei cento anni. Nata l’8 febbraio 1919 a Monteprandone, è sempre vissuta in contrada Isola. Da giovane ha lavorato al Consorzio Agrario, dove ha conosciuto Ascenzo Marinelli che sarebbe poi diventato suo marito. Si sposarono durante la Guerra, nel 1943, e il giorno del “sì” si recarono addirittura in bicicletta alla cerimonia nella chiesa del Sacro Cuore a Centobuchi.

La famiglia Marinelli-Cappella ha sempre lavorato nel settore ortofrutticolo. Ascenzo era un coltivatore diretto e Delina vendeva i prodotti della loro terra. In tanti la ricordano al mercato settimanale di San Benedetto. Hanno avuto due figli, Pasquale e Rosalba, cinque nipoti (Romina, Tecla, Francesco, Maurilio, Daniele) e cinque pronipoti: Marica, Michela, Stefano, Serena, Edoardo. Donna forte e intelligente, Delina ha sempre avuto cura della casa e della sua famiglia. Amava leggere il quotidiano ed essere sempre informata sulle notizie del giorno.

Il giorno del centesimo compleanno l’ha trascorso, ovviamente circondata dall’affetto della sua famiglia, al “Kabina Welcome, dove sono intervenuti anche tanti amici. Nell’occasione, il sindaco Stefano Stracci con tanto di fascia tricolore e accompagnato dall’assessore Emerenziana Cappella (parente di Delina), le ha portato gli auguri di tutta Monteprandone omaggiandola con una pergamena.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X