facebook rss

Torna Going per orientare
i giovani nella scuola e nel lavoro

ASCOLI - Prevista la presenza di 64 espositori tra cui 24 Università, 8 Accademie di belle arti, 2 Scuole superiori di alta formazione (Istao e Sant'Anna di Pisa), 5 Istituti tecnici superiori, il Conservatorio Rossini di Pesaro e le imprese. Il presidente del Cup Buonfigli: «In un mondo in cui le figure professionali richieste cambiano velocemente, l'orientamento assume un'importanza fondamentale per i giovani e le famiglie»

Da sinistra Achille Buonfigli, Guido Castelli e Stefano Girolami

di Stefania Mistichelli

Torna ad Ascoli “Going”, la due giorni dedicata all’orientamento alla scelta universitaria e al lavoro, giunta questo anno alla sua ventunesima edizione. «Sessantaquattro espositori – spiega Achille Buonfigli del Consorzio Universitario Piceno – tra cui ventiquattro Università, otto Accademie di belle arti, due Scuole superiori di alta formazione come l’Istao e la Sant’Anna di Pisa, cinque Istituti tecnici superiori e poi ancora un Conservatorio, il Rossini di Pesaro, e realtà del mondo del lavoro. In un mondo in cui le figure professionali richieste cambiano ed evolvono velocemente, l’orientamento assume un’importanza fondamentale sia per i giovani sia per le famiglie».

Nei locali dell’Istituto Umberto I, i giovani potranno venire a conoscenza delle varie opportunità che avranno di fronte dopo la maturità e partecipare anche a workshop e focus group. «Come facciamo anche nelle scuole attraverso progetti strutturati – spiega Stefano Girolami del Centro per l’impiego di Ascoli – durante le giornate di “Going” proporremmo laboratori durante i quali i ragazzi impareranno a costruire un curriculum e potranno partecipare a simulazioni di colloquio di lavoro, avendo anche una prima idea sulla creazione d’impresa. Si tratta di laboratori che hanno sempre avuto molto successo, fin dalle prime edizioni. Il segreto della longevità di questa manifestazione, che è stata pionera nell’ambito dell’orientamento, è il lavoro di squadra che c’è dietro. Per realizzarla, infatti, collaborano enti pubblici come il Comune, il Cup, i Centri per l’impiego, il mondo della scuola e del lavoro».

Dalle ore 9 alle 13 di giovedì 21 e venerdì 22 febbraio accorreranno all’Umberto I circa 2.200 ragazzi, il 10% in più rispetto allo scorso anno. «Una partecipazione importante – afferma il sindaco Guido Castelli – che evidenzia come, nonostante i giovani di oggi siano pieni di informazioni, sia necessario dare loro gli strumenti per interpretarle criticamente in vista del loro futuro. Going opera un’intermediazione per facilitare la cosiddetta navigazione dei giovani tra i tanti dati che sono a loro disposizione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X