facebook rss

Fenati torna in pista:
«A Misano ho sbagliato,
ma Manzi mi ha provocato»

MOTOCICLISMO - Scontata la squalifica, il 23enne pilota ascolano affronta l’ottava stagione nel Motomondiale ripartendo dalla Moto3 con il Team Marinelli Snipers, lo stesso che difendeva (in Moto2) quando il 9 settembre 2018 avvenne il fattaccio di Misano per il quale è stato punito

Romano Fenati

Il prossimo 8 marzo sulla pista di Losail ci sarà anche lui alle prove che precedono la prima gara del Motomondiale 2019. Il 10 si corre infatti il Gran Premio del Qatar, e al semaforo verde di Moto3 scatterà anche Romano Fenati, il pilota ascolano di 23 anni che ha scontato la squalifica dopo il fattaccio accaduto il 9 settembre 2018 sulla pista di Misano Adriatico quando tirò la leva del freno al pilota Stefano Manzi durante il Gran Premio della Repubblica di San Marino e della Riviera di Rimini. Su Honda difenderà di nuovo i colori del Team Marinelli Snipers, che lo aveva licenziato dopo quel 9 settembre. «Tutti abbiamo qualche difetto, nessuno è perfetto. Ammetto di aver sbagliato e non cerco giustificazioni – dice Fenati – ma sono stato provocato e purtroppo ci sono cascato. Manzi, del resto, è stato punito diverse volte per scorrettezze in gara».

Fenati è alla sua ottava stagione mondiale. Ha partecipato a 6 Motomondiale in Moto3 e l’ultimo (fino a settembre). Il suo miglior piazzamento è stato il secondo posto nel 2017 quando conquistò il titolo di vice campione del mondo della categoria. Il Motomondiale 2019 inizia in Qatar e vivrà su 19 Gran Premi fino all’epilogo del 17 novembre 2019 a Valencia. La grande novità è l’eliminazione di tutte le differenze tra la classe regina (MotoGP) e le due categorie inferiori. Anche in Moto2 e Moto3, infatti, ci sarà un doppio turno di qualifica anziché uno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X