facebook rss

Un veglione con tuffo nei cartoni
Al Serpente Aureo c’è Cristina

OFFIDA - La cantante sarà protagonista domenica 3 marzo sul palco del Massimo cittadino con le sigle dei mitici cartoon televisivi degli anni '80 e '90. Un successo che non scema nonostante lo scorrere del tempo. Il 2 marzo festa con Gianni Schiuma, il 4 arrivano I Pupazzi

di Luca Capponi 

“Arriva Cristina” non è solo il nome di una serie tv di fine anni ’80, ma anche quanto accadrà domenica 3 marzo al teatro Serpente Aureo durante uno dei tre veglioni mascherati organizzati in vista del Carnevale. L’ospite di lusso sarà proprio lei, la voce dei cartoni animati che sembra avere stretto un patto col diavolo.
Cristina D’Avena non invecchia mai, anzi migliora come il buon vino. Dopo il boom degli anni ’80 e ’90, un periodo di minore visibilità dove con molta autoironia non si è mai risparmiata (vedi la collaborazione coi mitici Gem Boy), seguito dal prepotente ritorno in auge certificato dai due dischi di duetti usciti negli ultimi anni (ci sono tutti, da Elisa a Patty Pravo fino ai “nostri” La Rua) e da centinaia di date su e giù per l’Italia.

Cristina D’Avena

Occasione propizia per riascoltarla dal vivo nel Piceno, con le sigle dei cartoni animati colonna sonora dell’infanzia di una intera generazione (e non solo), sarà dunque offerta della serata organizzata dalla Pro Loco nel Massimo offidano, che sarà arricchita anche dalla presenza del gruppo Blue Night e del dj Demis, con start fissato alle 22.
Curiosità. Cristina, che vanta origini marchigiane (madre originaria di Jesi), ha già presenziato più di un Carnevale in zona: l’ultimo fu ad Ascoli nel febbraio del 2007, in una piazza del Popolo gremita di bimbi.
I veglioni in programma al Serpente Aureo prenderanno il via il giorno prima, 2 marzo, la con la presenza dell’inossidabile Gianni Schiuma, mentre il 4 marzo sarà la volta del frizzante live tenuto da I Pupazzi. Per informazioni tel. 331.4903998.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X