facebook rss

“Bove finto” e “Vlurd”,
stop all’alcol in serata
Ecco l’ordinanza del sindaco

OFFIDA - Fa discutere il provvedimento del primo cittadino Lucciarini: venerdì 1 marzo somministrazione e vendita vietate dalle ore 20 e martedì 5 dalle ore 21 per bevande sopra i 21 gradi. L'obiettivo è «impedire la recrudescenza di episodi a danno di incolumità, quiete pubblica, sicurezza, patrimonio pubblico e privato»

di Luca Capponi 

“Bove finto” e “Vlurd”, niente alcol al calar della sera. Sta facendo discutere l’ordinanza emanata dal sindaco Valerio Lucciarini in materia di sicurezza e prevenzione. Durante i due giorni di punta dell’imminente Carnevale, infatti, gli esercenti, in particolare «gli esercizi pubblici di tipologia “bar, caffè e simili, vale a dire esercizi in cui è prevalente la somministrazione di bevande, comprese quelle alcoliche di qualsiasi gradazione”» dovranno sottostare ad alcune regole pena la sanzione.
Il giorno più “a rischio”, storicamente, è quello del “Bove”, che quest’anno andrà in scena venerdì 1 marzo; ecco dunque che dalle 20 scatta il divieto di somministrazione e vendita anche per asporto di tutte le bevande alcoliche di qualsiasi gradazione. Per le bevande con gradazione superiore al 21% scatta il divieto alla vendita d’asporto anche per gli esercizi di altra tipologia (pizzerie, pasta all’uovo, gastronomie).

Piazza del Popolo durante il “Bove finto”

Stesso refrain il 5 marzo, martedì grasso, in occasione della rievocazione dei “Vlurd“: lo stop sarà però dalle 21 e riguarderà la somministrazione e la vendita d’asporto di bevande sopra il 21% di alcol, per tutti i tipi di esercizi.
Il provvedimento, si legge nell’ordinanza, è stato preso «per via del protrarsi della manifestazione sino a tarda notte. Tale situazione costituisce motivo di insicurezza urbana legata anche all’abuso di alcol e a schiamazzi notturni». Dunque, ecco l’azione «per impedire la recrudescenza di episodi a danno di incolumità, quiete pubblica, sicurezza, patrimonio pubblico e privato».
Questa, in sintesi, l’ordinanza di Lucciarini pubblicata sul sito del Comune. Ora ci sarà da verificare se e come verrà recepita dagli operatori e quale effetto essa avrà sulle migliaia di persone attese ad Offida nei prossimi giorni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X