facebook rss

Dodici carri e sei gruppi
in arrivo anche dai paesi vicini

COMUNANZA - Tempo di Carnevale. In rappresentanza di scuole, associazioni e aggregazioni occasionali del paese, ma anche di Amandola, Force, Smerillo, Montemonaco e Castignano. Ad aprire la parata gli “Sbandieratori alfieri e musici storici di Servigliano”

Uno dei gruppi protagonisti dell’edizione 2018 del Carnevale di Comunanza

di Maria Nerina Galiè

Si preannuncia un Carnevale molto partecipato quello di quest’anno a Comunanza. Domenica 3 marzo dalle 14 attraverseranno vie e piazze del paese ben 18 compagini, di cui 12 carri e 6 gruppi, rappresentativi di scuole, associazioni e aggregazioni occasionali di Comunanza ma anche di Amandola, Force, Smerillo, Montemonaco e Castignano. Ad aprire la parata, gli “Sbandieratori alfieri e musici storici di Servigliano”. Non tutti ancora vogliono svelare il tema scelto per la mascherata. Tra le anticipazioni “Le Mulin Rouge”; una simpatica rivisitazione della leggenda della Fata Sibilla; il ritorno alla spensieratezza di chi bambino non è più (ma che senz’altro darà dei punti alle nuove generazioni) ed esperimenti segreti all’Area 51, anzi no, alla “Piana de Magrì”. Ampio spazio sarà dato agli alunni di tutte le scuole, dall’infanzia alle medie, che da tempo stanno preparando colorate e divertenti scenografie insieme a genitori  ed insegnanti. Qualcuno ci mostrerà dall’alto dell’Air “Force” One un paese che rialzatosi dalla.. caduta è tornato più bello di prima. Altri pasticceranno, e nel vero senso della parola, come  “Master chef Junior”. Ci sarà chi, per trovare la vera amicizia, sarà disposto a  “spaccare tutto” o ad immergersi in un meraviglioso acquario.

Organizzato come sempre da Pro Loco, Comune e Comunanza Eventi, il Carnevale comunanzese vanta il cartellone più ricco della zona montana. Tutti i protagonisti della sfilata si ritroveranno lunedì 4 marzo alle 21,30 al palasport di Comunanza per ballare con Dj Giammaria, divertirsi ed esibirsi davanti ad una giuria che decreterà i vincitori dell’edizione 2019. Martedì 5 marzo alle 16 il palazzetto sarà tutto per i più piccoli con il tradizionale “Carnevale dei bambini”, animato dal Dj Step, a conclusione del quale ci sarà l’estrazione della lotteria. Il “Ballo in maschera”, martedì sera alle 21 ad ingresso libero, sempre al palasport e con il Dj Laredo, saluterà maschere e coriandoli.

«Quest’anno vedo un coinvolgimento ancora maggiore del solito – commenta Livio Lini, da 22 anni presidente della Pro Loco – basta dire che i 4.000 mila biglietti della lotteria, consegnati ai partecipanti a parziale copertura delle spese, sono stati venduti tutti nel giro di una settimana. Non era mai accaduto». L’entusiasmo è tanto, ma qualche problema dovuto al terremoto ha condizionato ancora un po’ la fase organizzativa. «Per molti – spiega Lini – è stato difficile trovare un luogo adatto all’allestimento dei carri. Perché molte strutture sono ancora inagibili. Il Comune potrebbe farsi carico di questo problema mettendo un capannone a disposizione».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X