facebook rss

Sequestrati 145 chili di merluzzi
già pronti per la vendita

SAN BENEDETTO - Non avevano la taglia minima ma erano stati lavorati e inscatolati da un centro di stoccaggio della zona. Dalla Capitaneria di Porto sanzioni amministrative per 29.500 euro

I merluzzi sequestrati poco prima che venissero immessi sul mercato

Erano pesci ancora nei primi stadi di sviluppo e non potevano essere posti in vendita. Ma, se l’avessero fatta franca, sarebbero comunque finiti sui banchi di mercati e supermercati e, quindi, sui piatti di case e ristoranti. La Capitaneria di Porto di San Benedetto (in collaborazione con i colleghi degli Uffici marittimi di Cupra e Porto San Giorgio) ha sequestrato 145 chili di merluzzi, già lavorati, che un centro di lavorazione e stoccaggio della zona era già pronto a vendere.

I controlli effettuati da personale della Guardia Costiera avvengono di solito sia al momento dello sbarco del pesce al porto che nelle successive fasi di trasporto e commercializzazione. Stavolta il prodotto pescato era sotto la taglia minima consentita. Nel corso dei controlli sono stati seqestrati altri quantitativi di pesce per un totale di 180 chili, e le sanzioni amministrative elevate ammontano a 29.500 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X