Quantcast
facebook rss

Ascoli, Frattesi: «Battere il Livorno
sarà fondamentale
per avvicinarsi alla salvezza»

SERIE B - Il centrocampista: «Affrontiamo una squadra in salute e non sarà una partita facile. Importante fermare Diamanti. Mi manca il gol, ma per me non è un’ossessione. Se gioco bene lo devo ai compagni più esperti come Troiano e Addae»
...

Frattesi a Carpi in tackle su Mustacchio

di Bruno Ferretti

«Con il Livorno sarà una partita molto importante in chiave salvezza e per questo vogliamo vincerla. Non sarà facile perchè il Livorno è in salute e sta giocando bene. Di recente ha battuto il Benevento e sta rendendo vita dura ad ogni avversario che affronta. Noi ci stiamo preparando al meglio per questa partita che vogliamo vincere per compiere un passo decisivo verso la salvezza che è il nostro principale obiettivo». Così dice Davide Frattesi, 19 anni a settembre, romano in prestito all’Ascoli. E’ fra quelli che fin qui hanno giocato d più perché, nonostante la giovane età, e il suo primo campionato in serie B, Frattesi in campo garantisce sempre un rendimento positivo che soddisfa le attese di mister Vivarini.

«A Carpi abbiamo chiuso il rimo tempo in vantaggio e potevamo anche vincere ma ritengo che il pareggio sia un risultato giusto – aggiunge Frattesi – io cerco sempre di fare il dovere anche grazie ai consigli e al sostegno che mi danno compagni più esperti come Troiano, Addae, ma non solo loro. Per questo devo ringraziarli. Mi manca il gol e spero di colmare questa lacuna anche se per me non è un’ossessione». Frattesi è giunto ad Ascoli la scorsa estate in prestito dal Sassuolo che lo ha acquistato dalla Roma. E’ considerato fra i migliori giovani della classe ’99 e ha disputato diverse partite con la Nazionale azzurra Under 20

Ma torniamo alla partita contro il Livorno che bussa alle porte. Fra i toscani c’è un Diamanti in grande forma. «Vero. Ho visto in Tv l’ultima partita del Livorno e ho apprezzato la prestazione di Diamanti che ha trascinato la squadra al successo – prosegue Frattesi – dovremo stare molto attenti e cercare di contenerlo perché è ricco di talento e capace di giocate decisive. Noi, comunque, ci stiamo preparando molto bene per questa partita che consideriamo fondamentale per la salvezza e non possiamo sbagliarla».

Nel girone di andata l’Ascoli è andato piuttosto bene in casa, nel ritorno, invece, al “Del Duca” sta facendo fatica: ha raccolto solo un punto in tre partite incassando la bellezza di 9 gol. E’ giunta l’ora di invertire questa tendenza e la partita con il Livorno (domenica ore 15) può essere l’occasione giusta. Livorno-Ascoli all’andata finì 1-0 con gol di Rajcevic. I bianconeri hanno tutte le intenzioni di prendersi la rivincita. Scontati i tre turni di squalifica in difesa tornerà a disposizione Padella, mentre non ci sarà Ganz (tre turni di stop anche per lui dopo il rosso di Carpi) ma tanto sarebbe andato in panchina. E’ sotto osservazione Ardemagni, candidato al rientro dopo la lunga assenza per infortunio muscolare. L’attaccante oggi ha svolto lavoro differenziato insieme a Brosco, Lanni e Laverone. Si è invece allenato a parte Valentini, mentre hanno recuperato D’Elia, Rosseti e Quaranta. Domani nuova seduta al “Picchio Village” alle ore 15.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X