facebook rss

Gli Adriarmonici, tributo al ‘700
Il live al Filarmonici

ASCOLI - Sabato 9 marzo alle 21 il gruppo milanese sarà affiancato dal mezzosoprano Alessandra Mazzuca. In programma autori del calibro di Vivaldi, Corelli e Porpora per un repertorio basato sulle arie settecentesche
...

Vivaldi, Corelli e Porpora sono alcuni degli autori ai quali renderanno tributo Gli Adriarmonici, gruppo milanese che insieme al mezzosoprano Alessandra Mazzuca sarà protagonista del concerto in programma sabato 9 marzo alle ore 21 al Filarmonici. 
Il cartellone è quello di Ascoli Musiche realizzato da Comune e Amat, per un live che presenta alcune delle più belle e meno conosciute pagine del repertorio di concerti grossi,concerti per strumento solista e arie d’opera composte nella prima metà del 1700.

Una performance de Gli Adriarmonici

Fondato ufficialmente nel 2017, l’ensemble Gli Adriarmonici nasce in seno alla stagione di Ensemble Hornpipe – presso la Basilica milanese di S. Calimero – per volontà del trio originario composto dal violinista ascolano Enrico Mazzuca, dalla clavicembalista Adriana Armaroli e dal contrabbassista Giuseppe Barbareschi. Accomunati da una crescente passione e curiosità e stimolati dalle meravigliose pagine scritte dal violinista boemo H.I.F. von Biber per le sue Sonate del Rosario, decidono di ampliarsi fino all’organico attuale (quattro violini, viola, due violoncelli, contrabbasso, organo, cembalo e tiorba) per diversificare e impreziosire le sonorità dell’ensemble e nel contempo regalarsi la bellezza e il fascino del barocco a tutto tondo, con un particolare riguardo alle sonate per violino solo, concerti per organo e triosonate del primo e secondo barocco italiano. Il nome deriva dalla raccolta Pensieri Adriarmonici del violinista padovano Giacomo Facco (1676 – 1753) scelto anche per la provenienza e assonanza di nome di membri fondatori dell’ensemble. Già apprezzati a Milano e in varie località Italiane, gli Adriarmonici realizzano la prassi esecutiva coerente con l’estetica originale, mantenendo la moderna accordatura a 440Hz.

Il ricco programma della serata dal titolo Concerto Italiano, Virtuosismi settecenteschi offre l’esecuzione di: Concerti Grossi a più strumenti op.2, Concerto n.1, Concerto n.4 di Giovanni Lorenzo Gregori; Concerto Grosso Mogul di Antonio Vivaldi; Concerto Grosso n. 11 di Giuseppe Valentini; Giusto amore che m’accendi di Nicola Antonio Porpora; Concerto per violoncello solo con violini di Nicola Fiorenza e Concerto Grosso n.4 di Arcangelo Corelli.
Gli Adriarmonici sono: Enrico Mazzuca (violino), Alberto Fabiani (violino e concertazione), Valentina Ghirardani e Alessandro Ascani (violini), Andrea Celon (viola), Gioele Pes e Teresa Majno (violoncello), Giuseppe Barbareschi Tiorba e Sofia Ferri (contrabbasso), Adriana Armaroli (clavicembalo) e Fabio Mancini (organo).
Per informazioni, biglietteria del Teatro dei Filarmonici 334.6634432

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X