facebook rss

Ascoli-Livorno, 13 sfide:
il record di Carlo Mazzone
e Supermario Bonfiglio

SERIE B - Le due squadre si sono affrontate 10 volte al "Del Duca" e 3 allo "Squarcia". Gli ultimi precedenti (negativi) non annullano il ricordo della conquista della Supercoppa di C e l'esordio in notturna del decano degli allenatori

di Andrea Ferretti

Ascoli-Livorno si ripete per la 14esima volta. Le due squadre si sono affrontate 13 volte (10 al “Del Duca” e le prime 3 allo “Squarcia”) di cui 7 in Serie B, 2 in Serie A, 3 in Serie C ai tempi della Del Duca e nella finale di andata della Supercoppa di Lega di Serie C, vinta poi dall’Ascoli che perse 2-1 nel ritorno (decisivo il gol di Bonfiglio il quale aveva risolto anche l’andata). Il bilancio è quasi in parità: 5 successi dell’Ascoli, 6 del Livorno e 2 pareggi, i gol bianconeri sono 16, quelli amaranto 20. La sfida si apre quasi 60 anni fa: 18 ottobre 1959. L’ultima in B il 14 maggio 2016 con l’Ascoli in autogestione dopo la fine del rapporto con l’allenatore Mangia.

Bonfiglio regalò all’Ascoli la Supercoppa di Lega Serie C nella stagione 2001-2002

GLI EX – Sulla sponda avversaria c’è il centrocampista Luci, punto di forza dell’Ascoli in tre campionati di B dal 2007 al 2010 con ben 102 presenze e 3 gol, Kupisz che nel girone di andata ha giocato 9 volte con a maglia dell’Ascoli, e Di Gennaro che è cresciuto el settore giovanile dell’Ascoli con cui ha collezionato 13 presenze in C nel 2013-2014. Su quella bianconera, ma è out per infortunio, il difensore argentino Valentini che debuttò in Italia proprio nel Livorno giocando 16 volte in Serie A nel 2013-2014.

CURIOSITA’ – Ascoli-Livorno si è giocata anche due volte in A. La prima volta l’8 febbraio 2006 quando sulla panchina dei toscani (ingaggiato da un paio di giorni al posto dell’esonerato Donadoni, seguì però la partita dalla tribuna per motivi di tesseramento) debuttò Carlo Mazzone il quale a fine stagione si ritirò dopo aver tagliato l’inarrivabile record delle 795 panchine in Serie A che proprio in quel campionato strappò a un altro allenatore-mito del calcio: Nereo Rocco. Quella sera al “Del Duca” Giampaolo e Silva schierarono questo 4-4-2: Coppola; Comotto, Paci, Domizzi, Del Grosso; Foggia (37’st Quagliarella), Guana, Parola, Fini (31’st Cariello), Ferrante (24’st Giampà), Bjelanovic. Una squadra che, nell’anno di calciopoli, finì per piazzarsi al 10° posto. Posizione che, come minimo, occuperebbe anche nella massima serie di oggi.

Carlo Mazzone quando guidava il Livorno

SERIE B

2002-2003   2-1   Mendil (A), Saverino, Bruno (A)

2003-2004   0-1   Lucarelli

2008-2009   2-3   Belingheri (A), Diamanti, Soncin (A), 2 Tavano

2010-2011   1-5   2 Surraco, 2 Dionisi, Moretti (A), Danilevicius su rigore

2011-2012   2-0   Soncin, Scalise

2012-2013   1-4   Schiattarella, Paulinho, Feczesin (A), Siligardi su rigore, Dell’Agnello

2015-2016   1-3   2 Aramu, Cinaglia (A), Vantaggiato

SERIE A

2005-2006   0-0

2006-2007   0-2   Danilevicius, Filippini

SERIE C

1959-1960   2-0   Biagi, Traini

1960-1961   1-1   Finotto (A), Gratton

1961-1962   3-0   Di Paola, Bacci, Barchiesi

SUPERCOPPA DI LEGA SERIE C

2001-2002   1-0   Bonfiglio

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X