facebook rss

Ascoli, contro il Livorno vale doppio
Torna Padella e forse pure Ciciretti

SERIE B - Bianconeri ancora senza Ardemagni. In attacco probabile tandem Rosseti-Beretta, con il sostegno di Ninkovic. Ma Vivarini potrebbe anche rilanciare Ciciretti dal primo minuto. In difesa, accanto a Brosco, torna il capitano. Fra i toscani occhio a Diamanti, in gran forma come ai tempi della Nazionale
...

Padella in campo dal primo minuto (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Cinque in casa, sette fuori. In totale sono dodici le partite che mancano alla fine del campionato dell’Ascoli, compreso il recupero a Lecce. Gli ultimi tre mesi di campionato si annunciano molto difficili per la squadra di Vivarini visto il bilancio piuttosto modesto che ha avuto fin qui in trasferta. E’ necessario invertire la tendenza onde evitare di ritrovarsi sul fondo a lottare e soffrire per la salvezza.

Le cinque partite che restano da giocare al “Del Duca” sono contro Livorno, Benevento, Pescara, Venezia e Palermo. Le sette in trasferta: Verona, Padova, Spezia, Cittadella, Brescia, Crotone più il recupero della partita sospesa dopo pochi secondi a Lecce. Da qualche parte sarà necessario conquistare punti con un paio di colpi esterni. Un’occasione propizia poteva essere quella di sabato scorso a Carpi, ma i bianconeri non hanno saputo approfittare della modestia degli avversari e non sono andati oltre l’1-1.

La premessa per sottolineare quanto importante sia la partita con il Livorno al fine di raggiungere quanto prima la quota salvezza. Vincendola l’Ascoli salirebbe a quota 33 aumentando il proprio vantaggio sulle squadre di fondo, compreso il Livorno che scivolerebbe a meno 7 dal Picchio. All’andata i toscani si imposero 1-0 con un gol del centravanti di Raicevic contro un Ascoli svagato. Stavolta, a parte il montenegrino, l’Ascoli dovrà stare molto attento a Diamanti che attraversa un periodo di forma particolare e nel posticipo di lunedì scorso è stato decisivo per il Livorno nella vittoria sul Benevento.

Due gli ex bianconeri fra i toscani: uno in campo (Luci) e uno in panchina, il polacco Kupisz che si è trasferito a Livorno durante il mercato invernale di gennaio. L’Ascoli dovrà fare a meno anche stavolta di Ardemagni che ha smaltito l’infortunio muscolare ma non è ancora al top della condizione, e in questa fase cruciale del campionato non può certo rischiare una ricaduta. In attacco, con Ganz squalifcato, è probabile la coppia Beretta-Rosseti con il sostegno di Ninkovic. A meno che Vivarini non decida di rilanciare dall’inizio Ciciretti che nelle ultime tre partite è andato in panchina. In difesa rientra capitan Padella (che ha scontato il tre turni di stop) al posto di Quaranta. Invariato il resto con Laverone e D’Elia terzini, Brosco centrale davanti al portiere Milinkovic-Savic. A centrocampo probabile conferma di Troiano (in mezzo) fra Addae e Frattesi, l’alternativa è Cavion.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X