facebook rss

Cronache Picene,
record dopo un anno di vita  

Nel mese di febbraio gli utenti sono stati 126.000. Continua la “voce” al servizio della comunità di un gruppo di giornalisti e dei soci fondatori

Grazie lettori di “Cronache Picene”. Siete tanti. Siete sempre di più. Questo significa che apprezzate l’informazione fornita quotidianamente dal nostro, e vostro, giornale on line. Avete fiducia in noi.

Dai rilevamenti registrati nel mese di febbraio 2019 gli utenti, cioè i soggetti che hanno visitato il sito, sono stati ben 125.709. In altre parole ben 125.709 persone hanno scelto di informarsi attraverso “Cronache Picene”.

Le visualizzazioni delle pagine sono state 502.547. Mentre le sessioni, ovvero l’insieme di interazioni effettuate da un singolo utente nell’arco di 30 minuti, sono state 337.685. Sono dati che magari qualcuno potrà definire modesti in assoluto ma che, se rapportati al fatto che “Cronache Picene” è nato poco più di un anno fa, ci confortano molto. Se tale trend continuerà, se saremo capaci di migliorare, potremo presto raccogliere la fiducia di tanti nuovi lettori.

Ancora grazie. “Cronache Picene”, voce al servizio della comunità picena, era ed è la scommessa di un gruppo di giornalisti e dei soci fondatori in un settore, quello dell’informazione, che in generale presenta tante difficoltà. Con il lavoro, la tenacia e la passione, però, si possono ottenere risultati importanti. Se diciamo grazie prima di tutti ai lettori, diciamo grazie anche agli inserzionisti che credono in noi e che, naturalmente, speriamo che aumentino. Tutti noi cittadini pretendiamo un’informazione seria, indipendente, verificata, scritta il meglio possibile, a 360 gradi, che non si confonda con le fake news o con quella parziale e abborracciata.

Sappiamo bene che la strada per vincere la scommessa è lunga e piena di difficoltà. Ma noi continuiamo a provarci e a raccontare il territorio in cui viviamo. Grazie.

La Redazione e Cronache Picene srl

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X