facebook rss

Al via Tipicità
La vetrina del saper fare delle Marche
in un ambiente rinnovato

FERMO - La prima, ma non unica, novità dell'edizione numero 27 è l'ambiente espositivo con ampia zona centrale dalla quale partire per visitare i padiglioni
...

di Alessandro Giacopetti

foto Simone Corazza

Un taglio del nastro affollato da autorità locali e regionali, come da costume, ma anche dai rappresentanti delle forze dell’ordine e da tanti imprenditori che questa mattina hanno dato ufficialmente il via  alla prima giornata di Tipicità 2019. All’ingresso, al Fermo Forum, anche una delegazione in rappresentanza della Cavalcata dell’Assunta. Tra gli altri ospiti illustri il rettore della università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi, il presidente della Camera di Commercio Unica Gino Sabatini, il senatore Francesco Verducci e il responsabile della Macro Area territoriale Marche-Abruzzo di Ubi Banca, Roberto Gabrielli, project partner di Tipicità.

Dopo un breve giro tra gli stand è stato il momento dell’incontro istituzionale all’interno della sede dell’Accademia, dove da oggi si susseguiranno conferenze, degustazioni, spettacoli e show cooking con chef di livello. Cerimonia di inaugurazione in una location diversa dal solito. Non poteva mancare il saluto del sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro: «Tipicità è una manifestazione che va oltre il semplice evento fermano, diventando punto di partenza per la realtà regionale. Fermo non ha tenuto per sé questo appuntamento ma ha reso Tipicità aperta ad altre realtà. Oggi sono presenti enti locali ed espositori che presentano il loro saper fare. A tal proposito – ha aggiunto Calcinaro – saluto coloro che partecipano per la prima volta. Tipicità si rivolge a chi viene dalle Marche e a chi viene da fuori».

Prima di lui era stato il patron dell’appuntamento, Angelo Serri ad annunciare che: «la ventisettesima edizione di Tipicità ha varie novità. Tra queste l’ambiente centrale con piscine dove si affacciano i vari padiglioni. Importante tra le altre cose la conferma della collaborazione con il mondo accademico, per questo sono presenti i rettori delle università di Ancona, Camerino, Macerata. Non mancano espositori internazionali con 8 delegazioni estere e l’isola di Creta come ospite d’onore».

In attesa dell’arrivo del governatore delle Marche, Luca Ceriscioli, è stato Fabrizio Cesetti, assessore regionale al Bilancio a ricordare: «Tipicità è la manifestazione delle Marche. Sono presente dalla prima edizione e attraverso 27 anni ne ho visto l’evoluzione. E’ passata dall’essere vetrina di prodotti tipici a vetrina della Regione. Regione – ha aggiunto Fabrizio Cesetti – che abbiamo anche visto pubblicizzata recentemente come destinazione turistica in un’altra vetrina importante di livello nazionale: il Festival di Sanremo».

Da sinistra l’assessore al bilancio della regione Marche, Fabrizio Cesetti, il prefetto di Fermo Maria Luisa D’Alessandro, e il responsabile della Macro Area Territoriale Marche-Abruzzo di Ubi Banca, Roberto Gabrielli

Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche ha aggiunto: «Sosteniamo alcune aziende presenti che si presentano in modo peculiare e che da sole difficilmente avrebbero potuto essere presenti».

Si tratta dell’ultima edizione di Tipicità in veste di Prefetto di Fermo per Maria Luisa d’Alessandro, che da aprile prossimo sarà destinata in Sardegna: «Le Marche sono una regione che guarda con intelligenza e desiderio ad un futuro – ha detto il Prefetto – affinché sia migliore del passato. A Tipicità ho conosciuto istituzioni e imprenditori illuminati. Ora andrò in un altro territorio, a Sassari, ma vi guarderò con attenzione e porterò dietro un pezzo di Marche e della vostra mentalità».

Presenti anche i vertici delle forze dell’ordine della provincia con in testa il questore di Fermo, Luciano Soricelli, il comandante dei carabinieri forestali delle Marche, Fabrizio Mari, il comandante della Guardia di Finanza Domenico Rizzo, quello dei carabinieri, Antonio Marinucci e quello dei vigili del fuoco, Paolo Mariantoni.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X