facebook rss

Ruba e poi prende a calci
e pugni i poliziotti:
arrestato un 36enne

SAN BENEDETTO - Aveva trafugato capi di abbigliamento in un negozio di viale Secondo Moretti. Si è rifiutato di seguire gli agenti in Commissariato, anzi li ha mandati in ospedale. Dopo il carcere, il foglio di via obbligatorio
...

Il Commissariato di Polizia di San Benedetto

Ruba e fugge, un classico. Ma stavolta viene bloccato dai poliziotti. Lui reagisce e li aggredisce mandandoli in ospedale. Poi l’arresto. E’ accaduto a San Benedetto dove un pregiudicato di 36 anni – G.M. – aveva appena commesso un furto in un negozio di abbigliamento del centralissimo viale Secondo Moretti. Il titolare del negozio se n’è accorto ed ha telefonato al 113. In pochissimi minuti è giunta sul posto una Volante della Polizia del locale Commissariato. Gli agenti hanno individuato il ladro in una strada situata nei pressi del negozio. E’ lì che lo hanno fermato chiedendogli di seguirli in Commissariato.

A quel punto il 36enne si è rifiutato. Non solo, ma anche reagito con estrema violenza aggredendo i poliziotti con calci e pugni, tanto che i due sono stati costretti a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso dell’ospedale, dove i sanitari li hanno refertati entrambi con dieci giorni di prognosi. Le accuse nei confronti del ladro, nel frattempo arrestato, sono di quelle pesanti: furto, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Per lui si sono spalancate le porte del carcere ascolano di Marino del Tronto. Non solo, ma al questore Luigi De Angelis verrà proposto il provvedimento nei suoi confronti di rimpatrio con foglio di via obbligatorio, visto che il 36enne non è residente a San Benedetto.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X