facebook rss

“Crescendo 2019” al via,
anteprima con Bartkeviciute
fisarmonicista fenomeno

ASCOLI - Manifestazione alla 23esima edizione. Il 9 maggio concerto del duo Możdżer&Campaner: classica, jazz, improvvisazioni. Ascolipicenofestival avvia un nuovo format: dopo il concerto, cena con l'artista. Antolini: «Spettacoli non preconfezionati, ma costruiti in residenza». A settembre evento nazionale con la coppia Igudesman-Joo

Palazzo Arengo: il sindaco Guido Castelli insieme a (da sinistra) Filomena Cecchini, Emanuela Antolini e Amina Brunozzi di “ascolipicenofestival”

Due anteprime imperdibili, inserite nel cartellone di “Ascoli Musiche”, per “Crescendo 2019”, il Festival internazionale di musica che avrà il suo clou 14 al 26 settembre. Domenica prossima 24 marzo, nell’auditorium della Fondazione Carisap, ore 18, si esibirà la fisarmonista lituana Eglė Bartkevičiūtė,  considerata dalla critica internazionale un vero fenomeno dello strumento, capace di sonorità incredibili che scatenano dovunque l’entusiasmo del pubblico. Nonostante la giovane età ha già vinto tanti premi prestigiosi tra i quali il Pif 2018 di Castelfidardo, che raduna ogni anno i musicisti più bravi del mondo, con il quale “ascolipicenofestival” ha una stretta collaborazione offrendo la possibilità, per i più meritevoli, segnalati dalla giuria, di una esibizione nel capoluogo piceno. Per i soci ingresso gratuito, non soci 10 euro, ridotto 8. Prevendita nella biglietteria di Piazza del Popolo.

Il 9 maggio, invece, nel Teatro dei Filarmonici (ore 20,30) si svolgerà Heart of stone, superconcerto con doppio pianoforte suonato dal duo Leszek Możdżer & Gloria Campaner. Il primo, polacco, ha un seguito impressionante di fan. In Polonia riempie gli stadi con la sua musica crossover che tocca classica, jazz e improvvisazioni. Gloria Campaner, tra le pianiste più apprezzate e richieste del momento, concertista nelle sale più importanti del mondo, è stata ospite di “ascolipicenofestival” già nel 2018 con il memorabile il concerto nella chiesa dell’Annunziata. Tornano anche le pietre sonore di Pinuccio Sciola in un simbolico incontro con il travertino ascolano.

L’associazione culturale ascolipicenofestival ha presentato questa mattina all’Arengo il suo programma alla presenza del sindaco Guido Castelli. Accanto alla presidente Emanuela Antolini c’erano Filomena Cecchini, del direttivo, e Amina Brunozzi. Si è parlato dei due prossimi concerti ma anche del Festival di settembre giunto alla 23esima edizione.

 IGUDESMAN & JOO – Il cartellone di settembre è ancora in fase di definizione il programma. Di sicuro però ci sarà un’apertura straordinaria con il duo Igudesman & Joo, applaudito in tutto il mondo, per saper mischiare da virtuosi musica classica, cultura popolare e comicità, ecco la novità, la comicità, per la prima volta nelle Marche. I due musicisti,  il violinista russo Aleksey Igudesman e il pianista anglo-coreano Richard Hyung-ki Joo, sono solitamente “impossibili”. Si tratta di un evento che attirerà su Ascoli l’attenzione degli appassionati di musica di tutto il centro Italia. Sono grandi showmen osannati dal pubblico giovanile. Sono appena reduci da esibizioni alla Carnagie Hall di New York e in altre città americane, in questi giorni sono in Germania, poi a Hong Kong, ad aprile 3 esibizioni a Cremona, poi a Lucerna, Salisburgo , eccetera. Rare le loro apparizioni in Italia. «La fusione di musica classica e commedia, – ha scritto di loro il New York Times – arricchita da riferimenti alla cultura pop e da un’attenzione per il farsesco, è alimentata da un genuino e stupefacente virtuosismo».

IL SOGNO – Al fianco dell’associazione ascolipicenofestival anche quest’anno ci sono soprattutto il Comune di Ascoli e l’Amat. «Ogni anno, da 23 anni, – commenta la professoressa Emanuela Antolini – cerchiamo di migliorare il nostro programma  con esecutori di assoluto prestigio. L’anno scorso – oltre 2.000 spettatori in totale – abbiamo avuto il sold out al Filarmonici con i concerti del violoncellista Giovanni Sollima, registrato e mandato in onda pochi giorni fa su Radio Suite di Rai Radio 3, e Elio ex delle Storie Tese. Ci piace fare musica essenzialmente non preconfezionata, ma prodotta in residenza, per gustare il bello delle note e per stimolare il turismo culturale. Vogliamo portare la musica che si ascolta ad Ascoli in serie A e attrarre un pubblico nazionale. Il nostro sogno? Realizzare a settembre una manifestazione con grandi nomi capace di diventare un punto di riferimento nazionale e internazionale. La Provincia di Ascoli, al contrario di quelle di Pesaro, Ancona, Macerata e Fermo – nota con amarezza Emanuela Antolini che è anche la coordinatrice artistica – è la sola a non avere nelle Marche una stagione di concerti da camera stabile e certa nel sostegno economico da parte delle istituzioni».

NUOVO FORMAT: DOPO IL CONCERTO, CENA CON L’ARTISTA – Con il concerto della fisarmonicista Eglė Bartkevičiūtė, domenica prossima 24 marzo ascolipicenofestival avvia anche un nuovo format. Prima il piacere della musica poi il piacere di stare insieme a tavola in compagnia degli artisti e scambiare con loro impressioni e valutazioni. Domenica, intorno alle 20, dopo il concerto, ci sarà anche un’apericena speciale, a prezzo concordato, nei locali del ristorante Sale Fino al Circolo Cittadino (corso Mazzini 85) dove saranno presentati i nuovi appuntamenti e si potranno rivivere  i momenti indimenticabili di “Crescendo 2018”. Per chi sottoscrive l’adesione ad ascolipicenofestival per il 2019, il contributo per la serata è di 10 euro. Info e prenotazioni: 328.4425614.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X