facebook rss

Gli sciacalli colpiscono ancora
rubando tra le macerie:
denunciati due cinquantenni

ARQUATA DEL TRONTO - Si erano impossessati di utensili da lavoro, una stufa e una botte in rovere. Grazie alla segnalazione di alcuni residenti, sono stati acciuffati dai Carabinieri della locale Stazione e dai militari del 13° Reggimento Friuli-Venezia Giulia, in servizio di supporto sin dalle prime fasi post terremoto

Macerie a Pretare (foto Vagnoni)

Si fa fatica a crederci, ma esistono. E colpiscono ancora. Gli sciacalli tornano tra le macerie della “zona rossa” di Arquata del Tronto e rubano. Anche stavolta, però, non sono riusciti a farla franca, grazie al pronto intervento dei Carabinieri della locale Stazione e ai militari del 13° Reggimento Friuli-Venezia Giulia, in servizio di supporto sin dalle prime fasi post terremoto.

Sono stati infatti loro a sorprendere, grazie alla segnalazione di alcuni residenti, due cinquantenni che si erano appropriati, rovistando tra le macerie delle abitazioni, di alcuni beni. Si erano impossessati di utensili da lavoro, una stufa e una botte in rovere. Sono stati bloccati e perquisiti, e sono subito saltati fuori gli oggetti rubati, poi restituiti dai Carabinieri ai proprietari.

I due ladri, che hanno 50 e 55 anni, sono stati entrambi denunciati per furto aggravato in concorso e per essersi introdotti nella “zona rossa” senza autorizzazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X