facebook rss

Raccolta dei rifiuti e igiene urbana,
tre associazioni sul piede di guerra

ASCOLI - La denuncia di "Marche a rifiuti zero", "Cittadinanzattiva" e "Movimento difesa del cittadino": «Lo stato di degrado nelle giornate di carnevale è stato sotto gli occhi di tutti, e di certo di chi si è rivolto ai nostri sportelli per segnalarlo. A fronte dei tanti impegni presi solo a parole, aumentano i disservizi e il malcontento generale»

Rifiuti e igiene urbana, scatta l’allarme di tre associazioni (Marche a rifiuti zero, Cittadinanzattiva e Movimento Difesa del Cittadino) che hanno deciso di rendere pubblica una lettera al sindaco Guido Castelli e al presidente di Ascoli Servizi Comunali, Andrea Zambrini inviata lo scorso novembre. «Lo stato di degrado -affermano- nelle giornate di carnevale è stato sotto gli occhi di tutti, e di certo di chi si è rivolto ai nostri sportelli per segnalarlo. A fronte dei tanti impegni presi solo a parole, aumentano i disservizi e il malcontento generale.

Rifiuti in centro storico

Anche per questo le tre Associazioni hanno deciso di pubblicare la lettera protocollata il 20 novembre 2018 e rimasta totalmente priva di riscontro e al cui contenuto, in cui si evidenzia l’inaccettabile mancanza di una carta dei servizi (lo strumento a tutela dei cittadini), si devono aggiungere le più recenti segnalazioni che riguardano la drastica riduzione della pulizia delle strade, di fatto in alcune zone (vedasi Corso di Sotto e Porta Cappuccina zona giochi) sarebbe passata da una volta a settimana a una volta al mese (12 volte l’anno invece di 52 con un notevole risparmio per l’impresa operatrice, mentre la Tari rimane invariata), l’aumento dei luoghi di abbandono, la circostanza che le auto verrebbero multate anche in assenza della pulizia delle strade. Di tutte queste cose siamo a chiedere conto -concludono- e poichè crediamo che ai cittadini debbano essere  forniti gli strumenti di tutela, previsti per altro per legge, come le carte dei servizi (queste sconosciute), le associazioni in indirizzo hanno doverosamente deciso di agire e in ogni sede a tutela degli stessi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X