facebook rss

Panchina Ascoli, spunta Lerda
Vivarini resta in bilico
Pulcinelli, nuovo appello ai tifosi

SERIE B - E' partito il toto allenatore. Dopo Menichini e Pochesci, ecco il tecnico che ha lavorato con Tesoro sia a Lecce che a Vicenza. Il futuro di Vivarini si deciderà dopo la gara col Benevento. Tifosi infuriati sulla rete. L'originale protesta dell'edicolante che ha esposto le locandine al contrario

Il ds Antonio Tesoro e il patron Massimo Pulcinelli

L’allenatore che paga per responsabilità proprie ma anche per quelle di altri. È la “legge” del calcio. Non scritta ma sempre applicata. Del resto Vivarini, dopo un 7-0 come quello incassato dall’Ascoli a Lecce, non ha argomenti validi per difendersi. Secondo indiscrezioni, il tecnico abruzzese resterà alla guida della squadra che si trova in ritiro a Roma. Poi dipenderà da quello che succederà sabato prossimo 30 marzo (ore 15) quando al “Del Duca” si giocherà Ascoli-Benevento.

La dirigenza, intanto, si sta guardando intorno per individuare un eventuale sostituto in caso di esonero (o dimissioni) di Vivarini. Alle candidature di Leonardo Menichini, ex difensore dell’Ascoli e con una buona esperienza in Serie B, e Sandro Pochesci (ex Ternana) si è aggiunta quella di Franco Lerda, che ha lavorato con il ds Antonio Tesoro sia a Lecce che a Vicenza. Quel Tesoro che ha grosse responsabilità sulla costruzione della squadra avendo effettuato, in fase di mercato, diverse operazioni che si sono rivelate sbagliate.

Ancor più numerosi risultano gli appelli del maggiore azionista Massimo Pulcinelli che continua a rivolgersi ai tifosi bianconeri come se le sorti della squadra dovessero dipendere da loro. Cosa dovrebbero fare di più, secondo il maggiore azionista, i tifosi dell’Ascoli che seguono (ovunque) la squadra del cuore con impareggiabile passione? Forse sarebbe più utile qualche appello in meno e qualche autocritica in più.

A proposito di tifosi, lo sfogo di quelli bianconeri, iniziato già durante il primo tempo della gara di Lecce, continua a correre sulla rete. E’ stato postato di tutto, di più. Ma c’è anche chi la protesta nei confronti della squadra, pesantemente umiliata dal 7-0 di Lecce, l’ha esternata in maniera davvero originale. Si tratta di Andrea Brunori, edicolante di Porta Romana che questa mattina davanti al suo chiosco situato ad Ascoli, in via Angelini, ha deciso di esporre le locandine dei quotidiani cartacei – che non pootevano non parlare del clamoroso ko dei bianconeri – al contrario (foto sotto).

Bru.Fer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X