facebook rss

L’Ascoli punta sul ritorno di Ardemagni
per battere sabato il Benevento
In ritiro attesi Pulcinelli e Tosti

SERIE B - Il centravanti, che oggi compie 32 anni, manca dal 21 dicembre (Ascoli-Brescia 1-1). Ha giocato solo 10 partite segnando 4 gol come Brosco, Ninkovic e Rosseti. Candeline anche per Iniguez (24 anni). In arrivo patron e presidente per un faccia a faccia con staff tecnico e giocatori

Il presidente Giuliano Tosti e il patron bianconero Massimo Pulcinelli

di Bruno Ferretti

Nel 2019 l’Ascoli non ha ancora vinto al “Del Duca” (l’unico exploit a Cremona), e spera di  per risalire in classifica dopo il tonfo di Lecce. Intanto oggi doppio compleanno fra i bianconeri, che festeggiano nel ritiro punitivo di Roma dove li ha spediti la società subito dopo l’incredibile 7-0. Nel ritiro romano sono attesi in queste ore il presidente Giuliano Tosti e il patron Massimo Pulcinelli per un chiarimento con staff tecnico e giocatori. Oggi doppia seduta di allenamento: lavoro ridotto per Beretta.

Matteo Ardemagni, ormai recuperato e pronto al rientro, oggi compie 32 anni. Mentre sono 24 le candeline spente dall’argentino Gaspar Iniguez, giunto a gennaio in prestito dall’Udinese: per lui, finora, due presenze. Per Ardemagni (auguri per lui sono postati sul sito dell’Atalanta) il regalo tanto atteso potrebbe essere il rientro in squadra dopo oltre tre mesi di forzata assenza per infortunio. A Lecce si è rivisto in panchina, e sabato prossimo contro il Benevento dovrebbe tornare in campo. L’ultima partita disputata da Ardemagni è stata Ascoli-Brescia fnita 1-1 il 21 dicembre 2018. Causa problemi muscolari, fu sostituito nell’intervallo da Rosseti, poi autore del gol bianconero (in pieno recupero il pareggio del Brescia). In precedenza aveva saltato diverse partite a causa della frattura al braccio rimediata durante Salernitana-Ascoli allo stadio “Arechi”.

IN 4 HANNO SEGNATO 4 GOL CIASCUNO – La prolungata assenza di Ardemagni (10 partite, 4 gol) ha certamente penalizzato l’Ascoli che in prima linea ha alternato Rosseti, Beretta, Ngombo, Ganz e poi anche Ciciretti pur non essendo una prima punta. L’Ascoli fin qui ha segnato poco (28 gol). I cannonieri della squadra sono quattro, con 4 reti ciascuno: oltre ad Ardemagni anche Brosco, Rosseti e Ninkovic. Ancor più negativo é il bilancio dei gol subìti: 41. Solo il fanalino di coda Carpi ha fatto peggio con 49.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X