facebook rss

Gli azzurri ascolani da Berlusconi,
Trenta: «Basta caos, si decida»

ASCOLI - «Se non sarò io il candidato sindaco dovrò essere il capolista della lista di Forza Italia. Stiamo assistendo ad una sorta di "quintana" politica dove il moro è il concetto di polis . Se la decisione sarà presa a Roma si certificherà l'immaturità della classe dirigente locale»
...

E’ in programma domani (sabato) a Roma la convention sui 25 anni di Forza Italia alla presenza di Berlusconi. Al Palazzo dei Congressi sono attesi anche i big ascolani alla ricerca ancora della soluzione sulla candidatura a sindaco del centro destra. Sono attesi nella Capitale, tra gli altri,il vice presidente del Consiglio regionale Piero Celani, l’assessore Giovanni Silvestri e il consigliere comunale Umberto Trenta.

Umberto Trenta

Proprio Trenta, che da tempo ha formalizzato la sua candidatura a sindaco, torna a scuotere il partito locale. «Pretendo una risposta -dice il forzista- anche se al momento la situazione mi pare ingabbiata dal dualismo tra Celani e Silvestri. Inoltre quando la decisione viene rimandata a Roma la risposta è semplice: nessuno ha voluto decidere in piena autonomia come classe dirigente locale che di fatto si è presa la patente di immaturità politica. Siamo alla “guerriglia” politica urbana. Sembra di vivere al torneo della “quintana politica” dove il moro è il concetto di polis che tutti cercano di colpire ma che di fatto verrà colpito da Roma». I tempi per la presentazione delle liste (entro le ore 12 del 27 aprile) iniziano a farsi sentire. «C’ è anche la complicazione dei documenti da presentare -dice sempre Trenta- Da parte mia se non sarò candidato sindaco pretendo di essere il capolista della lista di Forza Italia». E se il candidato sindaco non sarà un forzista? «Mi atterrò alle indicazioni di Forza Italia -risponde il consigliere comunale- che mai come questo momento ha espresso una dirigenza esterna alla città e alla regione. Siamo in “guerra”, signori miei. Ognuno si sente capo della sua “tribù” e decide con una serie di giravolte dove far convergere le truppe cammellate. Ci sono poi sempre i finiani e i loro mossieri che gestiscono le situazione per mantenere i loro asset di potere».

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X