facebook rss

Calcio in lutto:
è morto Mimmo Di Antonio,
ex diesse di Fermana e Teramo

LUTTO - Sgomento e commozione per la prematura scomparsa del dirigente sportivo, a soli 57 anni per una grave malattia. Aveva lavorato anche con la Santegidiese. Era ricoverato all'ospedale "Mazzoni" di Ascoli dove è stata allestita la camera ardente. Il funerale domenica alle ore 10 nella sua Civitella del Tronto
...

Nelle foto sopra, e in quella sotto, Mimmo Di Antonio nella sala stampa dello stadio di Fermo

di Paolo Bartolomei

E’ morto all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli, dove era ricoverato per una grave malattia, Mimmo Di Antonio, ex direttore sportivo di Fermana, Teramo e Santegidiese. Persona solare, sempre col sorriso in volto, non era solo direttore sportivo, ma un vero “tuttofare”, un gran lavoratore.  Sveglia alle 6 del mattino nella sua casa di Civitella del Tronto (Teramo) e alle 8 (stagione 2010-2011) era già a Fermo a lavorare per la società gialloblù.

Nell’estate 2010 Di Antonio aveva allestito una formazione fortissima per quel campionato di Eccellenza alla guida di mister Cornacchini, tant’è che si innescò un duello in vetta alla classifica con l’Ancona (appena precipitata dalla Serie B e ripartita attraverso la squadra del Piano San Lazzaro) che portò le due squadre ad accumulare un record di punti in classifica e a confrontarsi nello scontro diretto proprio all’ultima giornata a Fermo, in un memorabile derby di fuoco che vide prevalere i dorici.

La Fermana venne poi eliminata anche ai playoff dalla Vis Pesaro, e dovette attendere altri due anni per risalire in D. Grazie ad una sua idea, in quell’annata la Fermana per la prima volta ebbe un pullman con la livrea societaria. Nella successiva stagione 2011-2012 però Di Antonio non fu confermato.

Per tanti anni direttore sportivo della Santegidiese, tra Eccellenza e Serie D, prima di approdare a Fermo fu protagonista, insieme al presidente Campitelli, della risalita del Teramo dopo il fallimento, nei campionati di Promozione con il tecnico Tonino Valbruni e in Eccellenza con mister Candido Di Felice. Nel 2010 dal Teramo portò alla Fermana ben sette giocatori. Dopo quell’unica annata alla Fermana in Eccellenza, l’ultima sua esperienza da ds la ricordiamo a Sulmona, poi sempre in giro sui campi a scovare giovani talenti.

Santegidiese di nascita, lascia due figli, Iacopo di 25 anni e Giorgia di 20 anni. I funerali domenica alle ore 10 nel convento Madonna dei Lumi di Civitella del Tronto (Teramo). la salma giungerà dall’obitorio dell’ospedale di Ascoli, dove è allestita la camera ardente.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X