facebook rss

Piazza Arringo come un paddock,
“Ascoli accende i motori” fa centro

ASCOLI - La giornata quasi estiva registra la presenza di migliaia di visitatori nella mega vetrina allestita in Piazza Arringo. Dalle vecchie utiltarie trasformate in bolidi ai veri e propri prototipi

Il prototipo Ligier della HP Composites

Mattinata più estiva che primaverile. L’ideale per ogni tipo di manifestazione. Meglio ancora se ad Ascoli c’è solo quella. Ha fatto centro l’edizione 2019 di “Ascoli accende i motori” tornata, dopo un anno di assenza, per presentare la sua quarta edizione. Una cinquantina le auto da corsa esposte in Piazza Arringo: da vecchie utilitarie trasformate in mini bolidi, a veri e propri prototipi come la Ligier messa in vetrina dalla HP Composites.

Gli organizzatori sono soddisfatti. La risposta del pubblico c’è stata e, quando le auto lasceranno il centro storico della città, potranno dire di aver contato migliaia di visitatori: intere famiglie, appassionati e semplici curiosi. Il merito va all’Associazione ufficiali di gara piceni, presieduti dall’ascolano Bruno Zazzetti, ma anche a tutti quelli che hanno collaborato, in primis Comune e Automobil Club Ascoli-Fermo.

“Ascoli accende i motori” è il prologo dei quattro appuntamenti motoristici che caratterizzeranno la città e il territorio tra maggio e ottobre 2019. Nell’ordine: il 19 maggio lo Slalom Venarotta-Roccafluvione, il 9 giugno lo Slalom Città di Ascoli (stesso percorso della Coppa Teodori, ma ridotto), il 30 giugno la 58esima edizione della Coppa Paolino Teodori, di valenza europea, sul tracciato Colle San Marco-Colle San Giacomo, e infine il 6 ottobre il Challenge Formula “Città di Spinetoli” a Pagliare del Tronto.

A.Fer.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X