facebook rss

E adesso cominciano
a “pesare” i turni di riposo

SERIE B - Massimo equilibrio sia in testa che in coda. Nella griglia playoff sono tre le squadre che devono ancora osservare la sosta: Lecce, Verona e Pescara. Tutte le altre non si fermeranno più. Dodicesima di ritorno in notturna: sette incontri martedì e due mercoledì

di Andrea Ferretti

Lotta serrata in testa e in coda. Tutto è possibile. Non ci sono certezze nè per la promozione diretta, nè per la griglia playoff, nè tantomeno per quella playout. Alla vigilia della dodicesima di ritorno, il campionato di B è ancora apertissimo, anche se adesso cominciano a “pesare” i turni di riposo. Da qui allo stop della regular season, dovranno osservarlo otto squadre. Di queste, al momento ne troviamno tre nell’alta classifica (Lecce, Verona e Pescara), due che devono lottare per salvarsi (Crotone, Foggia e Padova) e due alle quali manca solo qualche punto per la matematica certezza di restare in cadetteria (Salernitana e Cosenza). In vetta, quindi, hanno un bel vantaggio (riposo già effettuato) sia la capolista Brescia che il Palermo terzo a un punto dal Lecce. I pugliesi non fanno però calcoli, e puntano al filotto di tre vittorie interne di fila (due già conquistate contro Ascoli e Pescara) grazie a uno scherzo del calendario che ha piazzato il recupero con il Picchio proprio a ridosso di due incontri consecutivi allo stadio di Via del Mare. La giornata infrasettimanale riserva due match clou ad alta quota, con il Verona che martedì riceve il Brescia e con il Pescara che mercoledì chiude il turno allo stadio “Adriatico” affrontando il Palermo.

Il gol di testa annullato a Ardemagni in Ascoli-Benevento (Foto Edo)

DODICESIMA GIORNATA DI RITORNO

Martedì 2 aprile ore 21: Padova-Ascoli, Verona-Brescia, Benevento-Carpi, Venezia-Cittadella, Livorno-Cremonese, Crotone-Perugia, Spezia-Salernitana

Mercoledì 3 aprile ore 19: Lecce-Cosenza. Mercoledì 3 aprile ore 21: Pescara-Palermo

Riposa: Foggia

LA CLASSIFICA: Brescia 53 punti, Lecce 51, Palermo 50, Verona 47, Pescara 45, Benevento e Perugia 44, Cittadella 41, Spezia 40, Salernitana e Cosenza 35, Ascoli 33, Cremonese 32, Livorno e Crotone 30, Venezia 29, Foggia 27, Padova 24, Carpi 22.

LA CLASSIFICA MARCATORI

24 gol Donnarumma (Brescia)

17 gol Mancuso (Pescara)

14 gol Coda (Benevento)

13 gol La Mantia (Lecce)

12 gol Verre (Perugia)

11 gol Nwankwo (Crotone), Mancosu (Lecce)

10 gol Nestorovski (Palermo), Pazzini (Verona)

9 gol Torregrossa (Brescia), Diamanti (Livorno)

8 gol Tutino (Cosenza), Palombi (Lecce), Puscas (Palermo), Okereke (Spezia)

7 gol Moncini (Cittadella), Bonazzoli (Padova), Vido (Perugia), Bocalon (Venezia)

6 gol Insigne (Benevento), Finotto (Cittadella), Kragl (Foggia), Tabanelli (Lecce), Melchiorri (Perugia), Casasola (Salernitana), Di Mariano (Venezia), Di Carmine (Verona)

5 gol Ardemagni (Ascoli), Bisoli (Brescia), Schenetti (Cittadella), Mazzeo (Foggia), Falco (Lecce), Giannetti (Livorno), Capello (Padova), Monachello (Pescara); M. Ricci, Pierini e Bartolomei (Spezia), Citro (Venezia)

4 gol Ninkovic, Brosco e Rosseti (Ascoli), Morosini (Brescia), Iori e Strizzolo (Cittadella), Sciaudone (Cosenza), Mogos (Cremonese), Firenze (Crotone), Deli e Iemmello (Foggia), Falletti (Palermo), Jallow (Salernitana), Trajkovski (Palermo)

3 gol Cavion e Beretta (Ascoli), Bandinelli (Benevento), Ndoj e Tremolada (Brescia); Poli, Mokulu e Jelenic (Carpi), Bruccini e Maniero (Cosenza), Piccolo (Cremonese), Rhoden e Budimir (Crotone), Galano e Gerbo (Foggia), Raicevic (Livorno), Mazzocco e Cappelletti (Padova), Moreo (Palermo), Han (Perugia), Scognamiglio e Brugman (Pescara); Vitale, Pucino e Di Tacchio (Salernitana); Gyasi, Mora, Galabinov e Bidaoui (Spezia); Henderson, Zaccagni e Ryder Matos (Verona), Segre (Venezia)

2 gol Ngombo e Ganz (Ascoli); Asencio, Viola, Volta, Improta e F. Ricci (Benevento), Spalek e Tonali (Brescia); Mustacchio, Di Noia, Arrighini, Pasciuti, Vano e Concas (Carpi), Proia (Cittadella), Idda e Baclet (Cosenza); Arini, Migliore, Castrovilli, Terranova, Paulinho e Brighenti (Cremonese), Ahmed Benali (Crotone); Lucas Chiaretti, Loiacono, Tonucci, Camporese e Cicerelli (Foggia), Lucioni e Scavone (Lecce); Mbakogu, Clemenza e Ravanelli (Padova); Jajalo, Rajkovic e Salvi (Palermo), Sadiq e Kouan (Perugia); Crecco, Cocco, Del Sole e Gravillon (Pescara), Andrè Anderson e Rosina (Salernitana); da Cruz, Maggiore e Crimi (Spezia), Bentivoglio (Venezia); Laribi, Tupta e Caracciolo (Verona)

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X