facebook rss

Fair play nel primo confronto
tra i candidati sindaco
Tutti d’accordo:
il “Mazzoni” va potenziato

ASCOLI - Ricostruzione: Fioravanti propone una deroga alla legge europea per far lavorare le imprese locali. Tamburri: «Prendiamo esempio da Matera, manca piano di sviluppo professionale». Nardini: «Partecipazione e trasparenzai». Frenquellucci: «Sì a un referente per la lotta al degrado urbano»

Tamburri, Nardini, Frenquellucci e Fioravanti

di Franco De Marco 

(foto di Andrea Vagnoni)

Il primo faccia a faccia tra i candidati sindaco (quelli ufficializzati), organizzato nella libreria Rinascita dal Coordinamento Antidegrado per Ascoli, è stato all’insegna del fair play. Marco Fioravanti (Lega, Fi e Fdi), Pietro Frenquellucci (Pd, Psi e Mdp), Emidio Nardini (Ascolto & Partecipazione) e Massimo Tamburri (Movimento 5 Stelle), sollecitati da Nazzareno Galanti, anima del Coordinamento, hanno esternato le loro idee in particolare su sanità, ricostruzione post terremoto e altri temi cittadini.

La partenza della maratona elettorale, in attesa che entrino ufficialmente nella griglia anche il forzista Piero Celani e forse il civico Davide Aliberti, ha avuto toni molto pacati con il solo Fioravanti a condannare l’atteggiamento del presidente della Regione Luca Ceriscioli che, ha detto, non si è dichiarato disponibile a partecipare, in tutto il mese di aprile, ad un Consiglio comunale aperto sulla sanità. «Già in precedenza -ha tuonato- ci aveva detto che non poteva intervenire a causa di altri impegni. Io dico che questo atteggiamento è una vergogna. Abbiamo raccolto 6.000 firme, sin dall’agosto scorso, per dire che l’ospedale “Mazzoni” va potenziato e non depotenziato. Se Ascoli perde il suo ospedale perde il suo futuro. Per noi è prioritaria l’istituzione dell’Azienda Ospedaliera Marche Sud ».

Nazzareno Galanti

Frenquellucci è stato il più netto: «Sì ad una nuova struttura di alto livello che alleggerisca gli ospedali di Ascoli e San Benedetto e che realizzi una riorganizzazione dei servizi». Nardini, cardiologo per 38 anni al “Mazzoni”, ha messo in rilievo l’alta qualità professionale, che può essere ulteriormente migliorata, e umana, del personale. Tutti favorevoli, con qualche sfumatura diversa, sulla opportunità di potenziare i servizi dell’ospedali. Tamburri ha definito “follia” il progetto dell’ospedale unico della Regione, ricordando che il Movimento 5 Stelle ha contattato sull’argomento il ministro della salute Giulia Grillo anche per capire bene i margini di manovra del decreto Balduzzi. Ha anche annunciato che gli eventuali assessori Cinque Stelle saranno presi anche al di fuori del partito: «L’importante è che siano bravi».

Ricostruzione post terremoto. Fioravanti ha fatto una precisa proposta operativa .«Vogliamo chiedere -ha detto- una deroga alla legge europea sulla concorrenza affinché le imprese che realizzano la ricostruzione siano tutte le territorio e non vengano da altre parti d’Italia col rischio anche di infiltrazioni della criminalità».

Tamburri ha denunciato, oltre al malgoverno di 20, 30, 40 anni, la mancanza di un atto professionale da parte di esperti che suggeriscono la strada dello sviluppo per Ascoli. «Matera, in 12 anni, – ha affermato- è passata da un cumulo di pietre a capitale europea della cultura. Ecco un esempio da seguire. Quei tecnici si erano anche messi in contatto col sindaco Guido Castelli. Ma poi non se ne è fatto nulla. Ascoli non ha un conservatorio, non ha un “Festival dei due mondi”, non ha una Film Commission. Non ha alcun piano professionale di sviluppo».
Incalzati da Galanti i quattro candidati si sono detti d’accordo nell’istituire, nella nuova Amministrazione comunale, un referente, un garante, «non un commissario» ha fatto notare Frenquellucci, per il decoro urbano. «Partecipazione e trasparenza. Solo con la gente che partecipa si possono ottenere risultati positivi», ha detto Nardini.
Un pubblico numeroso ha seguito i lavori. Plauso al Coordinamento Antidegrado per Ascoli, che ha spostato sin da subito l’attenzione sui programmi dei candidati.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X