facebook rss

Il Tribunale diventa più giovane
dopo il giuramento dei nuovi giudici
(Tutte le foto)

ASCOLI - Hanno giurato i nuovi magistrati Matteo Di Battista e Francesca Calagna insieme al sostituto procuratore Gabriele Quaranta. Il presidente Luigi Cirillo: «Abbiamo atteso a lungo il loro arrivo»

Da sinistra Gabriele Quaranta, Matteo Di Battista, Francesca Calagna e Umberto Monti

di Renato Pierantozzi

Il più “anziano” ha 35 anni ed arriva da San Benedetto. Si chiama Matteo Di Battista e stamattina ha giurato come nuovo giudice penale del tribunale di Ascoli. Insieme a lui altri due giovanissimi poco più che trentenni: Francesca Calagna, nata a Palermo nel 1987 nuovo giudice delegato ai fallimenti (al posto di Raffaele Agostini che ha lasciato il posto dopo oltre 10 anni) e il sostituto procuratore Gabriele Quaranta, nato a Roma sempre 32 anni fa. Sono i rinforzi all’organico del Tribunale e della Procura attesi da tempo dopo il trasferimento, le numerose maternità e le promozioni di tanti giudici (l’ultimo quello di Marco Bartoli) e pm (Lorenzo Destro all’Aquila e Umberto Monti promosso capo). Il giuramento è avvenuto davanti al presidente Luigi Cirillo che proprio nei mesi scorso aveva auspicato l’arrivo dei nuovi magistrati.

«Vi metteremo -ha detto Cirillo- nelle condizioni ambientali e lavorative migliori possibili e speriamo che possiate contribuire alla produzione del nostro tribunale con un servizio che sia adeguato alle aspettative di Ascoli e del circondario. Abbiamo atteso a lungo la venuta e siamo emozionati. Ognuno di voi sa quello che andrà a fare». Anche il procuratore capo Umberto Monti ha salutato i nuovi colleghi. «Vi auguro di mantenere più a lungo possibile -ha detto- l’emozione iniziale che sicuramente avrete. Sotto ogni fascicolo che vi ritroverete davanti c’ è una persona che anche per la cosa più banale attende giustizia».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X