Quantcast
facebook rss

Cecco d’Ascoli in musica, film e letture
Al Ventidio Basso originale
concerto spettacolo

ASCOLI - Venerdì 3 maggio alle 21 in scena il coro diretto dal maestro Giovanni Farina, solisti e percussionisti. Un mix che si annuncia di grande impatto emotivo. Voci recitanti di Andrea De Santis e Pino Presciutti. Musiche di Verdi, Mozart e Orff
...

di Franco De Marco

Cecco d’Ascoli raccontato in musica, spezzoni di film famosi, in filmati e letture varie. Imperdibile, venerdì 3 maggio, inizio alle 21, nel Teatro Ventidio Basso, ingresso libero, il concerto spettacolo “Cicchus De Esculo” organizzato dal Comune, in particolare dall’assessore comunale alla cultura Piersandra Dragoni che ha coordinato tutte le iniziative in omaggio al concittadino Cecco per celebrare i 750 anni dalla nascita, e dall’associazione Coro Ventidio Basso. Musica, letture e filmati in un mix che si annuncia molto interessante ed originale per immergersi nel tempo e nella vita di Francesco Stabili, ovvero Cecco d’Ascoli, nato ad Ancarano nel 1269, e morto sul rogo a Firenze, nel 1327, a seguito della condanna per eresia.

Il logo dei festeggiamenti

“Tu sei il grande ascolan che il mondo allumi/per grazia dell’altissimo tuo ingegno/Tu solo in terra di veder sei degno/esperienza degli eterni lumi”.  Con queste parole Stramazzo da Perugia esaltò la figura di Francesco Stabili.

Nel concerto spettacolo, diretto dal maestro Giovanni Farina, i protagonisti sono il Coro del Teatro Ventidio Basso, le voci recitanti Andrea De Santis e Pino Presciutti, le percussioni di Alessandra Aloisi, Danilo Di Vittorio, Elisa Evangelisti e Leonardo Di Meo, il soprano Volha Shitsko e il baritono Carlo Bonelli. Al pianoforte, Alessio Falciani e Marco Curzi

«Questo concerto spettacolo – commenta il presidente dell’associazione Coro Ventidio Basso Pietro Di Pietro – è teso a conferire lustro a chi fu vittima dell’odio e della invidia di due fiorentini (frate Accorso Inquisitore e Dino del Garbo Medico) e a riqualificare la figura di Cecco d’Ascoli oltre che onorare la sua memoria. Il nostro concittadino appartiene a quella gloriosa schiera di coloro che affrontarono il supremo sacrificio per aver sostenuto liberamente le loro convinzioni scientifiche e filosofiche, difendendo apertamente le loro intuizioni o scoperte anticipando spesso la marcia del progresso umano. Ancora una volta il Coro Ventidio Basso avrà il piacere di coinvolgere gli studenti delle scuole della Provincia in una manifestazione culturale».

Il copione dello spettacolo è un susseguirsi di quadri. Musicalmente si va dal Requiem di Wolfgang  Amadeus Mozart, ai Carmina Burana di Carl Orff, alla Messa da Requiem di Giuseppe Verdi. Le scene cinematografiche sono tratte da film famosi come In nome della rosa, Joanne d’Arc, Giordano Bruno, Galileo, Il destino di un cavaliere, Giulietta e Romeo, Bravehearth, Sogno di una notte di mezza estate, eccetera.

I recitativi sono stati tratti da opere di Pietro Fanfani, Anna Maria Partini, Marco Scatasta, Carlo Melloni, Antonio De Santis e Piero Maras Benfatti.  “Cicchus De Esculo” è tutto da vedere. Chi era il concittadino Cecco? “Un fiero insegnante ed un rigoroso studioso ascolano del Trecento condotto da un pensiero filosofico-scientifico teso alla veritas”.

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X