facebook rss

Celani: «Obiettivo raggiunto,
bocciato il progetto di Fioravanti
Parlerò con tutti gli elettori»

ASCOLI - «Ho lottato contro una corazzata che ha schierato leader come Salvini e Meloni, oltre 300 candidati e 10 liste e partiva dal 61% di cinque anni fa. Eppure considerando il voto delle Europee bastava aggiungere il 3% per vincere»

Piero Celani (Fotoservizio Andrea Vagnoni)

di Renato Pierantozzi

«Obiettivo raggiunto. Chi parlava di vittoria al primo turno è stato bocciato. Ho lottato contro una corazzata che ha schierato leader come Salvini e Meloni, oltre 300 candidati e 10 liste e partiva dal 61% di cinque anni fa. Eppure considerando il voto delle Europee bastava aggiungere soltanto il 3% per vincere…ma così non è stato». Parole e musica di Piero Celani che nel suo fortino di via Napoli commenta l’esito del voto del primo turno che lo vedrà sfidare Fioravanti allo spareggio del 9 giugno partendo dal 21% circa dei consensi.

Luigi Lattanzi

«Sento Fioravanti parlare di interessi personali nel nostro schieramento -continua- ma cosa va dicendo?. Noi non ne abbiamo e ognuno, a partire da domani mattina, ha qualcosa da fare. Io, ad esempio, vado in Consiglio regionale, gli altri a lavorare. Dalla sua parte è la stessa cosa? E’ dura magari per qualcuno rischiare di rimanere senza indennità…». Celani analizza poi il voto. «Da solo -dice- ho portato Forza Italia, visto che le prime quattro liste che mi sostengono sono composte da tutti esponenti forzisti, a quasi il 18% nonostante il fatto che l’altro schieramento abbia utilizzato infamemente il simbolo azzurro fino alla fine. Io invece ho agito senza simboli. Ora si apre una nuova partita, uno contro uno, e parlerò ai cittadini di ogni schieramento politico, dai giovani fino a Nardini, presentando il progetto di città che vogliamo. Spero che ora si inizi a parlare di programmi e candidati senza quel brutto clima fatto di minacce che c’è stato al primo turno. Ha ragione Tamburri».

Sarà ballottaggio tra Fioravanti (37,3%) e Celani (21,4%) I risultati definitivi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X