Quantcast
facebook rss

Samb, dopo Montero e Cinciripini
è la volta del mercato

SERIE C - Il tecnico in Uruguay sta studiando i video dei rossoblù in organico e si tiene costantemente in contatto con il diesse Fusco già al lavoro per le prime operazioni in entrata. Da valutare la posizione del bomber Stanco
...

di Benedetto Marinangeli

Definiti allenatore, con Paolo Montero, e direttore generale con Walter Cinciripini, ora in casa Samb si passa a parlare di mercato. Si deve costruire la squadra per la prossima stagione agonistica. Montero è tornato in Uruguay carico di video della squadra dello scorso campionato, con l’ex Juventus che sta studiando tutti i rossoblù sotto contratto per capire quali tra loro possono essere confermati in Riviera e quali invece non rientreranno nel progetto tecnico.

Il mister Paolo Montero

Di certo resteranno in rossoblù Pegorin, ad oggi unico portiere in organico, e i difensori Rapisarda, Miceli (sulle cui tracce c’è sempre la Reggina), Zaffagnini e Di Pasquale. A centrocampo ecco Gelonese e Bove, mentre in avanti c’è Di Massimo. Da valutare in ritiro le posizioni di Panaioli, Brunetti e De Paoli. Per fine prestito rientreranno numerosi ragazzi dalla serie D. Tra loro potrebbero avere una chances il centrocampista Antonelli lo scorso anno titolare a Campobasso e l’attaccante Renzi tra i protagonisti col Trastevere.
Discorso diverso per quanto riguarda i calciatori il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno. Difficilmente resteranno alla Samb ma qualche chances potrebbe averla Carlo Ilari, uno dei migliori nel campionato appena concluso. Montero lo sta valutando e non è escluso che la sua duttilità tattica possa tornargli molto utile.

Stanco esulta dopo un gol

Capitolo Francesco Stanco. Il bomber rossoblù andrebbe riconfermato a prescindere sia per le 12 reti realizzate (senza rigori) ma soprattutto per la sua altissima professionalità. Ma vanta un ingaggio estremamente elevato che già lo scorso anno fece arrabbiare e non poco il patron Franco Fedeli. Privarsi, comunque, di un attaccante del genere potrebbe rappresentare un errore, a meno che Fusco non abbia già in mente il suo alter ego. Se si riuscisse a spalmare in due anni l’ingaggio, non è poi così peregrina la possibilità di peermnenza di Stanco, anche perché l’attaccante emiliano ha sempre manifestato l’intenzione di volere restare. A meno che non prevalga l’ostracismo nei suoi confronti del patron Franco Fedeli.
I contatti tra Montero e Fusco sono sempre più frequenti con il club rossoblù che sta già iniziando a studiare le prime mosse sul calciomercato in entrata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X