Quantcast
facebook rss

Lavori, off limits
via Puglia e “Parco bau”
Disinfestazione in corso

SAN BENEDETTO - Gli interventi contro le zanzare condizionati dal maltempo. L'assessore Traini: «Rinnovo l’appello affinché si adottino gli accorgimenti utili ad evitare il proliferare di questi animali. Pulire regolarmente le aree verdi e impedire il formarsi di ristagni di acqua sono buone abitudini che aiutano»
...

Vari interventi di lavori pubblici riguarderanno tre specifici punti della città. Lunedì 17 giugno sono previste due temporanee chiusure per consentire l’esecuzione di lavori su proprietà private: dalle ore 9 alle 13 sarà in vigore il divieto di transito veicolare in via Puglia nel tratto compreso tra via Toscana e viale de Gasperi. Dalle 17 alle 20 traffico e sosta saranno vietati in via Ugo Bassi nel tratto compreso tra via Crispi e il numero civico 59. Per raggiungere la zona di viale de Gasperi il transito sarà dirottato sul lungomare attraverso il sottopasso di via Fiscaletti (ex Cinema delle Palme). Inoltre, per realizzare una condotta fognaria, intervento propedeutico alla installazione della prua della Geneviève, la Ciip ha dovuto temporaneamente chiudere il “Parco bau” situato alla foce dell’Albula. I lavori dovrebbero concludersi entro due settimane.

Occhio ai divieti

Dai lavori pubblici agli interventi per l’ambiente. L’assessore all’ambiente Andrea Traini spiega la strategia che il Comune di San Benedetto attua per combattere la proliferazione di animali fastidiosi, se non potenzialmente pericolosi. «Per quanto concerne le zanzare, la ditta Quark che ha in appalto il servizio -spiega Traini- interviene ogni venerdì notte in tutte le aree pubbliche, alvei dei torrenti compresi, con trattamenti antilarvali e adulticidi a seconda dei periodi di riproduzione degli insetti. Purtroppo, le ripetute piogge di questa primavera ne hanno ridotto l’efficacia».
«Per quanto concerne la derattizzazione e la lotta agli scarafaggi -prosegue- la Quark interviene con cadenze prestabilite sia con la manutenzione degli erogatori di esche topicide dislocati in città sia con la fumigazione della rete fognaria. Naturalmente può presentarsi la necessità di interventi mirati dove si registrano particolari criticità, in questi casi la ditta interviene puntualmente e con tempestività su segnalazione del Servizio Aree Verdi».
Naturalmente nessun trattamento può essere efficace senza la collaborazione dei cittadini: «Rinnovo l’appello affinché si adottino tutti quegli accorgimenti utili ad evitare il proliferare di questi animali. Pulire regolarmente le aree verdi, specie quelle non utilizzate, impedire il formarsi di ristagni di acqua, anche nei sottovasi domestici sono buone abitudini che aiutano molto in questa battaglia. Va infine ricordato -conclude Traini- che il Comune può intervenire solo in spazi ed edifici pubblici, mentre occorre rivolgersi a ditte specializzate per problematiche che emergono nelle proprietà private».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X