Quantcast
facebook rss

Mangiare e bere sospesi a 50 metri di altezza
Ecco le vertigini di “Dinner in the sky”

SAN BENEDETTO - Dopo Dubai, Londra e New York arriva in Riviera il format dove si pasteggia ad alta quota. La proposta dei fratelli Carlo ed Erminio Giudici subito sposata dal sindaco Piunti e dall'assessore Olivieri. Menù a base di caviale accompagnato da importanti bollicine, prezzi da 90 euro
...

di Benedetto Marinangeli

Dopo Dubai, Londra e New York, Dinner in the sky arriva a San Benedetto. Un ristorante sospeso a decine di metri di altezza. Dal 27 giugno al 14 luglio sarà possibile gustare un apericena ad alta quota. Ci saranno ventidue posti a sedere con sei salite quotidiane di quarantacinque minuti l’una (dalle 18 alle 24) con al centro del locale sospeso a 50 metri d’altezza, la cucina con due camerieri che serviranno i clienti rigorosamente bloccati per motivi di sicurezza alle poltroncine stile formula uno.

I fratelli Giudici con l’assessore Olivieri (al centro)

A portare il format in Riviera sono stati i fratelli Carlo ed Erminio Giudici, titolari del Caffè Soriano. Una iniziativa subito avallata e sposata in pieno dal sindaco Pasqualino Piunti e dall’assessore al commercio Filippo Olivieri. Il particolare ristorante prenderà posto nell’area a ridosso del molo sud, nella zona che aveva ospitato la ruota panoramica.
Oltre all’ elegante piattaforma-ristorante, a terra sarà allestita un’area hospitality di ingresso con tanto di tappeto rosso. Gli avventori prima di salire firmeranno una liberatoria e due alla volta prenderanno posto nel ristorante. Una volta scesi avranno anche l’opportunità di acquistare un video della loro esperienza realizzato con droni da Stefano Barmann e Antonello Palestini.
«Ci è subito piaciuta -dice Erminio Giudici- è un’iniziativa che ha girato il mondo. La data zero c’è stata durante le vacanze di Pasqua a Cattolica ma è stata martoriata dal maltempo. Qui da noi sarà la prima tappa».
Ma quale sarà il menù? «Innanzitutto -continua Giudici- abbiamo deciso di trasformare l’iniziativa in qualcosa di maggiormente accessibile a tutti. Il menù sarà sempre stellato ma adattato ad apericena al prezzo di 90 euro, rispetto ai 160 e 200 euro di Cattolica. In collaborazione con la ditta Calvisius di Brescia, prima produttrice di caviale in Italia di cui è direttore il sambenedettese Camillo Grossi, svilupperemo un menù basato proprio su questa specialità culinaria annaffiata da bollicine importanti».

Si mangia ad alta quota

Si inizia con ostrica speciale “Pleiade Poget” n°3, poi ecco il Gioco del Caviale, Blinis con salmone affumicato panna acida e aneto. A seguire Pan brioche di pasticceria, Burro di Zangola piemontese, Alici selezione adriatica e per chiudere con Tortelli ripieni di storione mantecati con burro al caviale e foglie di lingotto di caviale Clavisius. Il tutto accompagnato da Magnum Brut Pas Dosè Soldati La Solca.
Estremamente soddisfatto l’assessore Filippo Olivieri. «Ringrazio i fratelli Giudici per avere raccolto il nostro invito a rendere possibile questa esperienza -dice-. Dopo la ruota, ora con il “Dinner in the sky” andiamo sempre più in alto. In continuità con i successi riscossi con tutto ciò che abbiamo messo in campo in questi mesi, ora arriva questa iniziativa. Per noi è davvero un onore che la multinazionale che organizza il tutto abbia scelto San Benedetto come prima tappa».
Le prenotazioni possono essere effettuate online sul sito Dinner in the sky Italia oppure al Caffè Soriano di viale De Gasperi. Intanto c’è già chi è pronto a salire. «Stiamo ricevendo richieste -è sempre Erminio Giudici che parla- da persone di Umbria, Lazio ed Abruzzo con questa regione che la sta facendo da padrone». Giovedì 27 giugno primo apericena con rappresentanti dell’Amministrazione comunale e stampa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X