Quantcast
facebook rss

Samb, incontro tra Fedeli
e il consorzio di imprenditori locali

SERIE C - Il pool rivierasco ha ribadito l'intenzione di gestire il settore giovanile e di volere una piccola parte delle quote sociali. Il patron invece ne vuole mantenere il totale controllo. L'avvocato Ascani: «C'è stata cordialità, ci siamo ripromessi di risentirci nei prossimi giorni per trovare un'altra possibile soluzione»
...

di Benedetto Marinangeli

Si è concluso con la promessa di rivedersi a giorni il summit a Pomezia tra il patron Franco Fedeli ed una delegazione del consorzio di imprenditori sambenedettesi intenzionati a rilevare il settore giovanile della Samb. Il pool locale guidato dall’avvocato Roberto Ascani era composto da sette persone che nel primo pomeriggio si sono recate nello stabilimento sede dell’Elite, presentando a Fedeli la bozza di accordo per una possibile collaborazione.

Patron Fedeli

Un confronto sereno dove, però, le intenzioni del gruppo rivierasco sono andate a cozzare con la volontà dell’imprenditore romano. E cioè con Fedeli che non ha intenzione di cedere anche una piccolissima parte del capitale sociale della Samb a fronte dell’ impegno economico garantito dal consorzio per la gestione del settore giovanile. Con il massimo dirigente rossoblù erano presenti al summit anche il diggi Walter Cinciripini ed il commercialista Massimo Collina.
«E’ stato un confronto estremamente cordiale -commenta Ascani- anche se Fedeli ci ha confermato la sua volontà di mantenere l’intero pacchetto azionario del club. Non vuole soci ma allo stesso tempo un primo approccio c’è stato. Abbiamo parlato del più e del meno. A Fedeli, poi, ha fatto piacere vedere che c’è un gruppo di persone serie che vuole dare una mano alla Samb. Ci siamo ripromessi di risentirci tra un po’ anche per vedere se c’è la possibilità di utilizzare un’altra forma di collaborazione».

Walter Cinciripini

Insomma un primo contatto c’è stato e se la conclusione non è stata come il consorzio auspicava, c’è da parte di tutti la volontà di arrivare ad un accordo. Fedeli, negli ultimi tempi, ha detto di volere mollare il settore giovanile e questa del gruppo sambenedettese è la soluzione ideale. Ma di certo il pool locale non vuole regalare soldi senza avere nulla in cambio ed è naturale che chieda anche una piccolissima quota del capitale sociale. Vedremo ora cosa accadrà nei prossimi giorni, se cioè Fedeli cambierà la sua idea o si troverà un altro tipo di soluzione per arrivare ad un accordo tra le parti. Il tutto per il bene della Samb.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X