facebook rss

Scivola e resta ferito
alle Cascate della Prata
Escursionista in salvo grazie
a Vigili del fuoco e Soccorso Alpino
(Tutte le foto)

ACQUASANTA TERME - Pomeriggio di apprensione nella zona di Umito dove l'uomo, giunto lì da Ravenna in compagnia di altre persone, è scivolato riportando la frattura di una caviglia. Immediati sono scattati i soccorsi. Sul posto i pompieri da Ascoli e squadre del Soccorso Alpino di Ascoli e Montefortino. E' stata allertata anche l'eliambulanza e "Icaro" è arrivato da Fabriano. Ma dopo le prime cure sul posto, è stato trasferito al campo sportivo di Cagnano dove l'ambulanza della Croce Verde della Potes di Acquasanta l'ha trasportato all'ospedale "Mazzoni" di Ascoli

L’uomo sorretto dai soccorritori mentre viene accompagnato al mezzo che lo condurrà a Cagnano

di Andrea Ferretti

Tragedia sfiorata oggi pomeriggio in montagna, nel territorio di Acquasanta Terme. Un uomo di circa 60 anni è caduto, scivolando, nei pressi della “Cascata della Prata” nella zona di Umito, vicino Volpara. Per fortuna non era solo, ma in compagnia di altre persone provenienti, come lui, da Ravenna. Per questo motivo sono scattati immediati i soccorsi. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco dal comando di Ascoli e anche squadre del Soccorso Alpino di Ascoli e di Montefortino. E’ stato subito allertato anche “Icaro”: l’eliambulanza di “Marche Soccorso” che ha raggiunto Acquasanta Terme dalla base di Fabriano (Ancona).

Le cascate della Prata

L’elicottero è atterrato nel campo sportivo di Cagnano in attesa che il ferito venisse trasportato sul posto. Poi, una volta arrivato a Cagnano, viste le sue condizioni per fortuna non gravi, l’ambulanza dela Croce Verde della Potes di Acquasanta ha provveduto a trasportarlo al Pronto Soccorso dell’ospedale “Mazzoni” di Ascoli, allertato dalla centrale operativa del 118. Il 60enne ha riportato una frattura alla caviglia sinistra, e l’arto gli è stato immobilizzato sul posto dai soccorritori con una bendatura rigida.

Poteva decisamente finire peggio, in uno dei tanti luoghi dell’entroterra ascolano che spesso molte persone scambiano per la meta di una tranquilla passeggiata del weekend, quando invece bisogna essere ben equipaggiati e soprattutto a conoscenza dei luoghi e delle insidie che spesso si nascondo dietro paesaggi unici e così suggestivi. Nel punto dove è avvenuto l’incidente ci sono degli scivoli di arenaria che con l’acqua piovana (vedi il temporale di poche ore prima abbattutosi sulla zona) diventano pericolosissimi. Lo stesso Soccorso Alpino, pochi giorni fa, si era recato sul posto per capire come poter arginare questo tipo di pericolo.

L’eliambulanza “Icaro”, Vigili del fuoco e ambulanza della Croce Verde della Potes di Acquasanta al campo di Cagnano

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X