facebook rss

Fra l’Ascoli e il Fano
un progetto di collaborazione:
si aspetta il ripescaggio in C

CALCIO - Contatti già avviati fra le dirigenze. Con Carpani, Paolini, Parlati, Ngombo, De Feo, Baldini, Santini e Diop l'Alma può costruire un'ottima squadra. Il diggi Simone Bernardini: «No comment»

Massimo Pulcinelli e Giuliano Tosti: patron e presidente bianconeri (Foto Edo)

di Bruno Ferretti

Fra Ascoli e Alma Juventus Fano può nascere un rapporto di stretta collaborazione calcistica. Ma anche qualcosa di più. Non è solo un’ipotesi ma un progetto già avviato sul quale si sta lavorando dietro le quinte. La condizione necessaria é la riammissione del Fano in Serie C. Una riammissione che molti considerano certa di fronte all’esclusione dal terzo campionato nazionale di non poche società per gravi motivi finanziari. L’Alma Juventus Fano grazie al suo bilancio sano, è ai primi posti nella graduatoria dei possibili ripescaggi: le decisioni sono attese per il 10 luglio.

Simone Bernardini

Intanto fra le due società ci sono stati contatti nei quali é emersa la reciproca volontà di sancire una stretta forma di collaborazione, utile ad entrambe. Il Fano, insomma, diventerà “satellite” dell’Ascoli. Direttore generale della società granata é l’ascolano Simone Bernardini il quale però, interpellato al riguardo, non ha voluto rilasciare dichiarazioni limitandosi ad un classico «no comment». Non conferma, ma neppure smentisce, per comprensibili ragioni di riservatezza. Anche se molti pensano che sia proprio lui l’abile regista dell’operazione.

Il presidente dell’Ascoli, Giuliano Tosti, conosce il collega fanese Claudio Gabellini che da otto anni guida l’Alma. Gabellini, imprenditore impegnato in vari settori, conosce anche il patron bianconero Massimo Pulcinelli grazie ai rapporti di lavoro con la Bricofer. Dopo la retrocessione del Fano in Serie D, Gabellini – deluso – ha messo in vendita la società, ma nessuno si è fatto avanti in maniera concreta per rilevarla. E allor si è rimboccato le maniche, pronto a ripartire. Qualcuno ha avanzato l’ipotesi che i massimi dirigenti dell’Ascoli potrebbero addirittura rilevare il Fano.

Intanto sul piano tecnico sono diversi i calciatori bianconeri che potrebbero far comodo al club granata in Serie C. Praticamente quelli che tornano all’Ascoli per fine prestito, e che in terza serie hanno dimostrato di valere. Come i centrocampisti Paolini, Parlati e anche Carpani; gli attaccanti Santini, De Feo, Baldini e Ngombo; i difensori Diop e Perri. Tutti ragazzi che a Fano potrebbero giocare con continuità e valorizzarsi. Meglio essere titolari in Serie C che languire in panchina in B.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X