facebook rss

Ascoli: Murawski e Brlek
per il nuovo centrocampo
Verso lo scambio Cavion-Crimi

SERIE B - Il polacco, svincolato dal Palermo, arriva a parametro zero. Il croato in prestito dal Genoa, ha giocato a Lugano. Restano nel mirino Barberis, Firenze e Broh

Radoslaw Murawski (foto da stadionews.it)

di Bruno Ferretti

Radoslaw Murawvski, 25 anni, centrocampista polacco del Palermo. É lui, salvo sorprese, il primo rinforzo dell’Ascoli che può ingaggiarlo a parametro zero poiché svincolato. L’ingaggio di Murawski é andato in porto quando é diventata ufficiale l’esclusione del Palermo dal campionato di Serie B. È un interno di sostanza con caratteristiche simili a quelle di Addae. Per lui é pronto un contratto triennale. Murawski, cresciuto nel Piast Gliwice, ha disputato gli ultimi due campionati nel Palermo (67 presenze, 2 gol).
Straniero anche il secondo centrocampista: Petar Brlek, 25 anni, croato del Genoa. Nel passato campionato ha giocato in prestito nel Lugano (28 presenze, 2 reti). Brlek nel 2017-2018 ha disputato 5 partite con il Genoa in Serie A. Il croato in passato ha militato nello Slaven Belupo e poi in Polonia nel Wisla Cracovia.

Petar Brlek

L’Ascoli, impegnato a ricostruire il centrocampo dopo le partenze di Addae e Frattesi, tratta con la Virtus Entella lo scambio Cavion-Crimi. Le due società sona avanti nella trattativa ma sarà decisiva la volontà dei diretti interessati ad accettare il trasferimento. Per Michele Cavion si parla anche di un possibile ritorno alla Cremonese. Marco Crimi (29 anni, siciliano di Messina) nel passato campionato ha giocato nello Spezia (22 partite, 2 gol) che non ha esercitato il diritto di riscatto e pertanto é tornato all’Entella. Crimi gioca nella posizione di play, quella solitamente occupata da Troiano, il cui rinnovo contrattuale resta in dubbio.
Restano aperte le piste che conducono a Marco Firenze (26 anni) e Andrea Barberis (25), entrambi del Crotone. Confermato anche l’interesse dell’Ascoli per Jeremie Broh (22) del Sassuolo, già allievo di Zanetti due anni fa nel SudTirol.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X