facebook rss

Topi d’appartamento:
tre giovani finisicono
nelle maglie di Polizia e Carabinieri

ASCOLI - Il blitz a Sant'Egidio alla Vibrata, a pochi chilometri dal confine Marche-Abruzzo. I tre, albanesi da anni residenti a Spinetoli, avevano visitato tre appartamenti, ma la loro fuga è stata chiusa dalla Polstrada di San Benedetto e dai militari dell'Arma di Ascoli. Arrestati, hanno patteggiato: saranno espulsi

Nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 luglio Polizia e Carabinieri, non nuovi ad operazioni congiunte, hanno arrestato tre giovani albanesi residenti a Spinetoli. Il trio è stato sorpresi mentre stava per commettere l’ennesimo furto in abitazione, una delle piaghe che negli ultimi anni hanno martoriato i paesi della vallata, ma non solo, costringendo diverse famiglie a installare vere e proprie inferriate alle finestre e alle porte di casa. Intorno alle ore 22 è stata segnalata un’auto sospetta a Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo): era ferma in via De Gasperi con motore e fari accesi. Erano in tre: uno è rimasto al volante, gli altri due sono penetrati in un’abitazione scavalcando il cancello. Poi hanno desistitito e poco dopo sono tornati in auto. L’auto ha cominciato a girare per il paese, probabilmente alla ricerca di un nuovo obiettivo.

A quel punto è stata intercettata e bloccata dal contemporaneo intervento della Polizia Stradale di San Benedetto, una cui pattuglia non si trovava molto distante, e dai Carabineiri del radiomobile di Ascoli. I tre sono stati perquisiti e sono saltati fuori arnesi da scasso e refurtiva. A quel punto è stata informata anche la Questiura di Ascoli e il reparto operativo del comando provinciale dei Carabinieri. Non c’è voluto molto per scoprire che la banda, nel giro di poche ore, aveva provato a svaligiare tre diverse abitazioni a Sant’Egidio.

Dalla perquisizione domiciliare effettuata a Spinetoli sono stati rinvenuti altri strumenti da scasso e oggetti probabile provento di furti come confezioni di profumi e bottiglie di alcolici. Questa mattin il trio di ladri è comparso davanti al giudice del Tribunale di Teramo: hanno scelto di patteggiare la pena e saranno espulsi dall’Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X